All newsAltri eventiAziendeDiritti di immagineEventiIstituzione e AttualitàMarketingMMA-Combat Sports

Mattia Faraoni è il nuovo campione del mondo ISKA di kickboxing 

Vittoria ai punti, al “SuperFights Roma”, sul mancino australiano Charles Joyner detentore del titolo iridato.

 Mattia Faraoni è il nuovo campione del mondo ISKA di kickboxing nella categoria -95 kg. Nella cornice dello studio1 di Cinecittà World, a Roma, il 31enne atleta capitolino (26 vittorie e solo 4 sconfitte prima di ieri) ha battuto ai punti, per decisione unanime, l’australiano Charles Joyner (detentore del titolo).

Un match difficile contro il 27enne mancino australiano (ma si allena in Inghilterra), forte di un’altezza di 2 metri e 2 cm. Tutte caratteristiche che lo rendevano un avversario pericoloso, ma la vittoria, ieri sera, non è mai stata in discussione. Appena Faraoni ha deciso di accorciare la distanza, con una combinazione destro/sinistro, Joyner è andato giù al tappeto al 1° round. Il romano è partito forte anche nella 2° ripresa, provando in due occasioni il colpo del K.O.. La ripresa più equilibrata è stata sicuramente la 3a: Joyner ha preso ritmo arrivando anche a segno col sinistro. Nel 4° round Faraoni è riuscito ad entrare nuovamente nella guardia bassa di Joyner. A pochi secondi dalla fine del match, c’è stato spazio per l’ultimo destro dell’atleta romano sulll’avversario.

Faraoni ha conquistato la cintura ISKA, già indossata dal campione belga di kickboxing Jean-Claude Van Damme, prima di cimentarsi, e diventare famoso, nel mondo del cinema.

Più in generale l’evento “SuperFights Roma“, ideato dal promoter milanese Carlo Di Blasi, prevedeva un programma di 9 match in 4 diverse discipline (5 di kickboxing, 1 a testa di savate, muay thai e mix martial arts).

Un momento di Mattia Faraoni con la cintura ISKA post match (photo credits: Sporteconomy)

Successi di Mustapha Haida (MAR/ITA), nel co-main event di kickboxing, sull’italiano Christian Guiderdone (cat. fino a 75 kg) per split decision, del greco Petros Sacho sul kickboxer azzurro Roberto Oliva (cat. fino a 65 kg) AI punti, del campione del mondo spagnolo di muay thai (cat. fino a 82 kg) Eddy Ruiz per K.O. tecnico sul tunisino Rami Batita, Conquista ai punti il titolo nazionale FIGHT1 Pro di kickboxing, Luciana Germano (cat. fino a 55 kg) sulla detentrice del titolo Anna Rotatori. Sempre nella main card l’ucraino naturalizzato italiano Eugenio Paladiev ha vinto ai punti sull’italiano Davide Cavarra (kickbong – cat. fino a 63,5). Andrea Storai, sempre nella kickboxing, su Michele Pennacchietti (cat. fino a 77kg). Nella savate pro successo dell’azzurro Leonardo Caputi (cat. fino a 60 kg) sullo spagnolo Manu Miguez.

Vittoria, infine, del romano Tiziano Ferranti, nella lead cardsul britannico Ryan Taylor nell’incontro di MMA (cat. fino a 65 kg).

L’evento SuperFights Roma (da un’idea del promoter Carlo Di Blasi), supportato da Tsunami Nutrition, ha visto il supporto di importanti partner del calibro di K24, Neperia, Wide srl e di Leone Sport (partner tecnico) e del patrocinio dell’Assessorato ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda di Roma Capitale. 

 

Previous post

È rischioso scommettere sui siti online?

Next post

LaLiga e Puma ancora insieme per la nuova palla SS23

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *