All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioEconomia E PoliticaeGameseSportsEventihome pageIstituzione e AttualitàPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSerie A - Serie BSport Business

eSports, il Genoa CFC vi entra con i TES Gaming

(di Daniele Ballini) – Genoa Cricket, Football e…eSports. Bisogna quindi aggiornare il file, perché il club più antico d’Italia, nato nel 1893, sbarca nel mondo dei videogiochi competitivi, stringendo un’importante partnership con i TeS Gaming, implementando così il proprio campo d’azione rispetto ai suoi storici sport che hanno contraddistinto da sempre il grifone genoano.

Dopo mesi di rumors, la scorsa settimana è arrivata l’ufficialità dell’accordo tra le parti, con un comunicato congiunto apparso sui rispettivi siti web ufficiali delle due società, dove si legge chiaramente l’entusiasmo del Genoa: “Per addentrarsi in un mondo ancora poco conosciuto rispetto all’enorme potenziale, è stata raggiunta un’intesa per affidarsi a i TeS Gaming che rappresentano uno dei migliori interlocutori sul territorio, per la comprovata esperienza nel settore degli sport elettronici. Protagonisti delle principali competizioni nazionali su League of Legends, Counter-Strike, Call of Duty e Overwatch, dominatori assoluti della scena di Starcraft II con un proprio giocatore, giunto nella Top 4 del mondiale di categoria e la giovane promessa Riccardo “Reynor” Romiti.”

Le pantere dei TeS però (il logo ufficiale dei TeS è una pantera stilizzata), giocheranno in maglia rossoblu, almeno per il momento, sfidando gli avversari solo sui titoli di gioco di FIFA17 e League of Legends, i quali sono sicuramente tra i più influenti in questo periodo, nell’intero panorama internazionale degli eSports. Il perché dell’entrata del Genoa in questo mercato è ormai di facile intuizione e non si tratta neanche più di una sorpresa. Infatti, la sponda rossoblu genovese, ha seguito le orme dei cugini e i fan già aspettano il derby di FIFA17 tra Fabio Denuzzo e il sampdoriano Mattia Guarracino.

Il quadro attuale della serie A presente negli eSports, si completa con l’Empoli e soprattutto con la AS Roma, che ha già scelto di investire cifre milionarie per affermarsi in questa nuova industria sportiva.

Gli eSports sono un mercato che si struttura e si consolida economicamente giorno dopo giorno con fatturati impressionanti e risultano essere un’opportunità concreta per quei club di serie A, che vogliono recuperare il gap con il target millenials (e non solo), ormai sempre più lontani dagli stadi di calcio italiani. Seguendo la continua crescita dei trend di mercato e una buona programmazione, i videogiochi competitivi saranno sicuramente il futuro delle voci di fatturato aziendale con il “segno più” davanti, grazie agli introiti pubblicitari che riescono a generare e i montepremi in palio nelle manifestazioni più importanti.

Previous post

Il 'Clasico' è la partita più vista di sempre su Fox Sports, è record per il canale in esclusiva Sky

Next post

Norma "salva stadio-Tor di Valle" nella manovrina del Governo Gentiloni

alo

alo

Scrittore di blog profilo Admin

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.