All newsAltri eventiAltri SportAziendeBetting & GamingBrandEconomia E PoliticaEventihome pageIstituzione e AttualitàPubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport BusinessTecnologia

Le idee tecnologiche legate al mondo dello sport su cui investire ora

(di Emanuele de Laugier) – Il portale specializzato SportsPro ha raccolto, per il 3° anno consecutivo, le opinioni di un gruppo eterogeneo di investitori ed esperti dell’intero ecosistema tecnologico sportivo globale, per mettere insieme una selezione di 20 startup che dovrebbero essere nel radar di ogni investitore ed organizzazione sportiva nel 2022.

Il risultato finale è un mix eclettico di produttori tecnologici poco conosciuti ed emergenti. I servizi proposti da queste compagnie incarnano molte delle tendenze d’investimento e dei consumi che sono di moda attualmente, e che potrebbero modellare il futuro del settore tecnologico legato allo sport. I prodotti creati da queste “aziende emergenti” possono essere utilizzati dai fan, dai giocatori, dagli atleti (sia amatoriali sia professionisti), dalle squadre sportive, dai media e dalle società di marketing. Le 20 startup si sono sviluppate in diversi ambiti legati allo sport e possono essere divise in queste macro categorie:

–   contenuti mediatici (AriSports, Bleachr, Recast, Sceenic e Veo)

  • giochi e scommesse (ASX, PickGuru e Simplebet);
  • performance atletica (Hammerhead, ReSPO.Vision e SwingVision);
  • spontech (Horizm, MarketPryce e Nocap Sports);
  • facilitazioni alla partecipazione ad eventi amatoriali (PitchBooking e SportsMatcher);
  • management sportivo (SportEasy);
  • analisi dati (StellarAlgo);
  • vendita al dettaglio (Tappit);
  • gestione degli impianti (WaitTime)

Tutte le aziende emergenti hanno sviluppato idee innovative legate al mondo dello sport che potrebbero renderle, in futuro, molto conosciute a livello mondiale. In realtà, il prodotto di una di queste startup è già diventato famoso nei giorni scorsi. Infatti la compagnia Sceenic ha sviluppato la funzione “Watch Party” dell’App di YES Network, che permette di vedere in compagnia le partite Brooklyn Nets nel “Netaverse”.

L’azienda ha creato una tecnologia di visualizzazione che permette ai fan di guardare lo stesso contenuto in una stanza virtuale, sincronizzando i feed in modo che tutti i partecipanti possano visualizzare la stessa azione nello stesso momento. I feed dell’audio e della videocamera di ogni spettatore sono sovrapposti alla trasmissione, così che tutti possano vedere le loro reciproche reazioni e possano discutere della partita. Grazie alla funzione “Watch Party”, oltre che con YES Network, Sceenic ha già creato partnership con BT Sport, T-Mobile e l’Eurovision Song Contest.

La Startup Simplebet, invece, potrebbe rivoluzionare il mondo del betting sportivo. L’azienda ha creato una tecnologia di IA (intelligenza artificiale) che permette ai proprietari dei diritti di trasformare ogni momento di una partita in un’opportunità di scommessa. Il software si integra con le esistenti piattaforme di betting ed usa algoritmi per creare quote e fornire i risultati in una manciata di minuti o di secondi. Questa automazione aumenta sensibilmente il numero di possibili mercati. L’azienda ha già creato prodotti per la NBA, MLB e la NFL, inoltre tra i suoi clienti c’è anche FanDuel. Ad oggi, Simplebet ha raccolto, come fondi, 80 milioni di dollari e tra gli investitori ci sono Andre Agassi e Jake Paul.

La startup MarketPryce ha creato una piattaforma che connette gli atleti con brand famosi, aiutando entrambe le parti a trovare accordi di marketing adeguati ed opportunità di sponsorizzazione. L’ispirazione per il servizio è nata dai siti web di appuntamenti che utilizzano i dati e gli algoritmi per abbinare potenziali coppie con interessi e valori condivisi. Nell’agosto 2021, la compagnia ha raccolto 3 milioni di dollari come fondi iniziali per aiutarla a capitalizzare un potenziale mercato di 500.000 studenti-atleti (ora gli studenti sportivi dei college americani possono legalmente trarre profitto dai loro nomi e dalle loro immagini).

Tra la lista delle aziende emergenti, ce n’è una che potrebbe portare una rivoluzione nel calcetto e nel calcio amatoriali in Italia. Spesso gli appassionati non riescono ad organizzare una partita perché manca un giocatore oppure la giocano, ma con dei calciatori in meno. SportsMatcher, con sede a Londra, trova, tramite un processo di ricerca, i giocatori giusti in base a disponibilità, abilità e localizzazione. Inoltre gestisce le prenotazioni, gli inviti ed i costi. Il servizio, per ora, è limitato al calcio, ma ci sono già dei piani per espanderlo ad altri sport (basket, rugby, netball, cricket, pallavolo, hockey e baseball).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Previous post

Davimar nuovo partner dell'Udinese Academy

Next post

Il CIO propone un nuovo video internazionale sul tema della solidarietà

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.