Federazioni Italiane

La FICTS chiude il festival 2014 di Sport Movies & Tv

  • Gli altri “Premi Speciali” sono stati consegnati dal General Manager Changhong Dott. Alex Lin a “The sacred arrow” (Beijing Himalaya Audio & Visual Culture Communication CO.,Ltd. – Cina) 100 anni di tradizioni di una gara di tiro con l’arco; Cristina Molinari ha consegnato il Premio “WCPMedia Services” a Richard Galvani regista di “Unstoppables” (Black Train Films  – UK) abili e diversamente abili insieme per superare i proprio limiti; il Premio “Gentleman Fair Play”, consegnato dal fondatore  Gianfranco Fasan è stato assegnato a “Les entraînements au fair play” (Asbl Panathlon Wallonie-Bruxelles  – Belgio) il “Fair Play Training” (“Entraînement au Fair Play”) con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani calciatori sull’importanza di avere un comportamento corretto durante gioco, mantenendo e diffondendo un pensiero positivo all’interno lo spazio calcistico.
  • Il film di Emanuela Audisio “Mennea Segreto” (proiettato fuori concorso) ha ricevuto il “WFC Award”. L’altro Mennea: quello che non corre, che studia, lavora, scrive, s’interessa alla vita civile, quello che dà gli esami all’università di nascosto. Quello delle quattro lauree, che non si accontenta del titolo mondiale, dell’oro olimpico, ma con altrettanta testardaggine cerca un traguardo anche nell’esistenza quotidiana. 
  • 9 Meter” (M & M Productions – Danimarca) del Premio Oscar 2014 Anders Walter è stato premiato con il “Bruno Beneck Critics Award”: rompere un record per la salvare propria madre. “Un Lario da record” (Associazione Mediacreative – Italia) ha ricevuto il “Regione Lombardia Award”: tre storie nello stesso angolo del Lago di Como, si intrecciano: un ragazzo immerso per 50 ore e 7 minuti nelle gelide e buie acque del Lario, strappa un Record Mondiale assoluto detenuto dagli USA.
  • A “Maracanazo: the football legend” (Latido Films – Spagna) il documentario sulla storica vittoria della Nazionale di calcio dell’Uruguay sul Brasile durante la Coppa del Mondo giocata il 16 luglio 1950 nel tempio del “Maracanà” di Rio de Janeiro è stato assegnato il Premio Infront.
  • Il “WFC Award” è andato a “Mi chiamo Entella e ho cent’anni” (Virtus Entella – Italia): Cento anni della squadra Entella di Chiavari raccontati dai protagonisti di ogni età. Luoghi, volti, racconti ed emozioni di chi ha partecipato alla storia costruiscono il ritratto di una piccola città della provincia italiana e della sua squadra di calcio, ancora oggi identificate fortemente l’una con l’altra.
  • Nel corso della serata sono intervenuti 97 produttori e registi provenienti dai 5 Continenti e sono premiati i migliori 100 protagonisti delle Scuole di Milano e Provincia che hanno partecipato ai “Trofei di Milano 2014”.

L’Auditorium Testori del Palazzo Lombardia ha ospitato la “Cerimonia di Premiazione” di “Sport Movies & Tv 2014 – 32nd Milano International FICTS Fest” Finale di 16 Festival del “World FICTS Challenge”, Campionato Mondiale della televisione, del cinema, della comunicazione e della cultura sportiva (che si sono svolti nei 5 Continenti). Il Direttore della “Gazzetta dello Sport” Andrea Monti ha consegnato il Premio “Opera Prima – Enrica Speroni” a Gulcin Gilbert regista del film “Pink skies the movie” (Warp 8 Productions – USA) opera sul potere del “gentil sesso” che superano ostacoli come atlete e come esseri umani ed in particolare 181 donne che si buttano nel cielo per filantropia. Il “Premio Candido Cannavò per lo Spirito Olimpico”, dedicato allo “storico” Direttore della “Gazzetta dello Sport” è stato assegnato alla produzione Rai “100 Anni di emozioni azzurre” cento anni d’Italia sul podio olimpico in occasione del centenario del CONI.

Previous post

Il progetto del nuovo stadio di AC Milan

Next post

Il Milan celebra i 115 anni con 115 maglie speciali

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.