orphan

Da Londra parte il Road Show degli Azzurri

La Nazionale di calcio tricolore è, insieme alla Ferrari, lo sport-brand bandiera del nostro Paese su scala worldwide. E allora perché non venderlo anche all’estero?

Da queste considerazione è nata l’idea della F.i.g.c., di organizzare una tournée, questa volta non a carattere sportivo, nel cuore della City di Londra, proprio dove vi sono gli uffici di rappresentanza dei principali spender economico-finanziari (che di solito coincidono anche a livello di spese in marketing e pubblicità).
In questa nuova strategia commerciale, la F.i.g.c. sarà supportata da PubliEurope Ltd, braccio di Publitalia ’80 all’estero (quest’ultima advisor della federcalcio nell’area delle sponsorship).

I clienti più interessanti sono sicuramente quelli tedeschi visto che la Nazionale italiana si sta avvicinando a grandi falcate verso la qualificazione per Germania 2006, ma la capitale europea della pubblicità resta indiscutibilmente Londra. PubliEurope è presente, inoltre, con propri uffici anche a Monaco di Baviera, Parigi e Losanna.

Secondo quanto risulta a Sporteconomy.it, PubliEurope è già al lavoro nell’individuazione delle potenziali aziende della F.i.g.c. per il prossimo biennio. “La ricerca di sponsor/fornitori è concentrata in questi quattro segmenti (automotive, IT, finanziario-assicurativo ed energetico)”, spiega Bruno Beltrami, branch manager di PubliEurope a Londra.

Vista la situazione proprio non brillante delle aziende italiane, non ci stupiremmo quindi, se durante i prossimi mondiali i dirigenti federali azzurri dovessero utilizzare macchine tedesche o abbinarsi a miscele inglesi o gruppi bancari paneuropei.

Per il format del fornitore ufficiale PubliEurope intende chiudere a 2 mln di euro, mentre per il terzo main sponsor (da affiancare a Tim e Puma) il costo di accesso è pari a 6 mln di euro (le cifre sono da intendersi per un intero biennio, fino ai Mondiali di Germania 2006). La struttura collegata a Publitalia ’80 ha, quindi, almeno sei mesi di tempo per individuare nuovi partner da abbinare alla Nazionale azzurra. La filiale londinese di PubliEurope ha già operato in ambito calcistico, portando in casa Milan due importanti spender, Amd e Siemens. Due marchi di profilo internazionale.

Su questa stessa falsariga si muoverà per spingere fino in Germania la carovana azzurra di Lippi & Co. Seconda tappa del “road-show” potrebbe essere pertanto Francoforte, città della finanza tedesca.

Previous post

Gli sponsor della Nazionale francese di rugby

Next post

Sergio Tacchini sale su +39 Challenge

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.