All newsMoto GPMotori

Valentino Rossi e la storia della MotoGP 

Nella lunga storia delle competizioni motociclistiche più famose e seguite al mondo, tanti piloti hanno lasciato un’impronta indelebile. Tra questi il grande Valentino Rossi, orgoglio italiano tra i più titolati. Dalla 125 alla MotoGP, tra record e punti, “il dottore” (il suo famoso soprannome) è entrato nell’olimpo delle leggende.

La nascita della MotoGP e il dominio di Valentino Rossi 

Agli inizi del nuovo millennio, nacque la MotoGP che andò a sostituire la vecchia classe 500. Le corse vivevano il potere incontrastato delle case giapponesi Yamaha e Honda, con moto sempre più performanti. Ma, più di tutto, fu l’inizio del dominio di Valentino Rossi che dal 2002 al 2009 vinse ben 6 MotoGP (2002, 2003, 2004, 2008, 2009). Questi titoli si aggiunsero agli altri già vinti:

● 1 campionato italiano classe 125 nel 1995

● 1 mondiale classe 125 nel 1997

● 1 mondiale classe 250 nel 1999

● 1 mondiale classe 500 nel 2001

È difficile descrivere cosa sia stato Valentino Rossi per il motomondiale e la sua storia. Il dottore è stato un simbolo e un’icona per intere generazioni, un sogno e un idolo per i più piccoli e quel “46”, il suo numero e marchio, non verrà mai dimenticato.

A proposito, puoi visitare la pagina con le maggiori informazioni sulla storia del MotoGP e le diverse curiosità interessanti da non perdere sui piloti. Troverai dettagli riguardo questo sport e dell’intera competizione e modi per divertirti con i tuoi amici seguendo le corse.

Il dominio degli spagnoli in MotoGP 

Molti appassionati e fan di Valentino Rossi avrebbero voluto ammirare e raccontare per sempre le vittorie di uno dei piloti più forti della storia. Purtroppo ad ogni inizio corrisponde una fine. Il secondo decennio del nuovo millennio vide la fine del dominio di Valentino e l’arrivo di due grandi piloti spagnoli: Jorge Lorenzo e Marc Márquez. Entrambi riuscirono a vincere la massima competizione, soprattutto il secondo a suon di record. Infatti nel 2013 divenne il pilota più giovane a vincere il titolo nella top class. L’inizio di una nuova era vera e propria, basti pensare che nel 2019 Márquez aveva già in bacheca 5 titoli.

Il ritiro di Valentino Rossi 

Nell’agosto del 2021 arriva una notizia storica e triste allo stesso tempo: Valentino Rossi annuncia il suo ritiro dalle corse. Dopo ben 9 mondiali vinti e uno sfuggito all’ultima gara nel 2015 (vinto da Jorge Lorenzo con lo zampino di Marc Márquez), il dottore ha deciso di scrivere la parola fine alla sua stupenda e leggendaria carriera.

Gli ultimi anni sono stati davvero complicati per il pilota italiano e questa è stata l’unica strada percorribile. Infatti i risultati a cui Valentino Rossi ci aveva abituati, non sono più arrivati. Anche solo il podio diventa quasi un’utopia, i tempi di qualifiche e in gara sono lontanissimi da quelli più veloci. Insomma, una parabola discendente fatta di record negativi, ma che non intacca ciò che è stato fatto dal campione italiano, anzi. La cosa certa è che la sua grandezza e quel 46, brilleranno e rimarranno per sempre nelle menti di tutti.

Previous post

L’AS MONACO DIVENTA PARTNER DI LIGA STAVOK PER CONSOLIDARE LA PRESENZA IN RUSSIA 

Next post

La Serie A rientra in campo: cosa attendersi da Juve-Roma

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.