All newsAltri eventiCalcioCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàPremier LeaguePrurito calcisticoSponsorshipSport BusinessStadi di calcio

Tottenham: nuovo stadio da 500 milioni con un birrificio al suo interno

Il Tottenham cambierà casa, lasciando il White Hart Line, dove gioca dal lontano 1899. Il nuovo stadio, che sorgerà accanto allo storico stadio di Londra, costerà ben 500 milioni di sterline, che diventeranno circa 750 milioni di sterline, visto che modificherà il quartiere circostante. La fine dei lavori, già iniziati, è previsto per il 2018 e l’obiettivo è inaugurare il nuovo impianto per la stagione 2018-2019.

D’altronde, l’attesa dei tifosi per il nuovo stadio degli Spurs cresce con il passare dei giorni, come confermano le visite mensili al sito ufficiale delle webcam che mostrano gli avanzamenti dei lavori, attestate intorno al milione.

Il progetto del nuovo stadio prevede costi vicini ai 500 milioni di sterline solo per l’impianto, ma contando anche le opere accessorie per migliorare la viabilità della zona fra White Hart Lane e Tottenham High Road, oltre al cambiamento di alcuni nomi di strade e di stazioni dei trasporti pubblici, l’intera operazione ha un valore superiore ai 750 milioni di sterline.

Il nuovo stadio del Tottenham, che sta cercando aziende interessate all’acquisto del naming rights per diminuire l’impatto delle spese necessarie per i lavori sulle casse societarie, con le trattative in corso con la società di taxi americana Uber e il fondo qatariota Qatar Investment Authority sulla base di 25 milioni di euro l’anno, avrà una capienza pari a 61 mila spettatori, il doppio rispetto ai circa 36 mila del White Hart Line.

Ma l’idea del Tottenham è coprire parte delle spese anche utilizzando il nuovo stadio per alcune match di National Football League (NFL), che potrebbe trovare a Londra la propria casa europea. In tal senso, l’impianto potrebbe constare di un campo a scomparsa.

Inoltre, la grande novità ideata dagli Spurs è la creazione di un birrificio privato, che produrrà 10 mila pinte al minuto, circa 1 milione all’anno, che saranno servite nel bar più lungo degli stadi inglesi, addirittura 86,8 metri di bancone.

Altra innovazione interessante del Tottenham, oltre alla vicinanza degli spettatori dal campo, lontani solo 8 metri, è la creazione del “Tunnel Club”, un abbonamento esclusivo con cui si potrà godere della vista sul tunnel che collega spogliatoi e terreno di gioco, dove si potrà cenare e osservare i giocatori durante la concentrazione pre partita, nelle discussioni dell’intervallo e nella festa finale. Ovviamente, il sedile sarà riscaldato. Il prezzo sarà di 11 mila sterline all’anno, ma è possibile sfruttare l’opzione coppia, che costa 22 mila euro. Mentre diventano 35 mila sterline, qualora i tifosi volessero abbonarsi al pacchetto completo, grazie al quale è possibile usufruire del ristorante stellato Michelin, ascoltare musica soffusa ed essere serviti da un sommelier.

Il Tottenham è pronto a rivoluzionare il calcio con il nuovo stadio, che creerà oltre 3.500 nuovi posti di lavoro e aiuterà l’economia locale, incrementando gli introiti per 300 milioni di sterline l’anno. (ha collaborato Benito Letizia)

Previous post

Beppe Sala lancia l'idea pazza di Leo Messi all'Inter. Gli sviluppi del progetto

Next post

I San Diego Chargers tornano a Los Angeles

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.