All newsAltri eventiCalcioCalcioDiritti di immagineEconomia E PoliticaEditorialihome pageIstituzione e AttualitàMerchandising LicensingSerie A - Serie BSponsorshipSport Business

Beppe Sala lancia l’idea pazza di Leo Messi all’Inter. Gli sviluppi del progetto

(di Marcel Vulpis) – Beppe Sala, sindaco di Milano, e noto tifoso interista, intervistato da Mediaset Premium ha parlato del presente/futuro del club nerazzurro lanciando l’idea “pazza” di Leo Messi, in scadenza di contratto al Barcelona nel giugno 2018: “Ho la speranza di vedere Lionel Messi all’Inter tra qualche tenpo: è una speranza un po’ folle, ma non si sa mai…”.

L’idea è sicuramente fuori dalla logica, sia guardando i conti e il volume d’affari dell’Inter attuale (al 19imo posto della classifica Deloitte sotto il tetto dei 180 milioni di euro), sia analizzando la (in)capacità (attuale) del mercato italiano del calcio di sfruttare al meglio (sotto il profilo marketing e del merchandising) l’arrivo del campione argentino (a generare affari in questo momento sarebbe sicuramente più l’industria del “falso” che non le attività legali).

Una immagine di Lionel Messi (centravanti dell'Argentina) tratta dalla pagina Facebook del campione

Una immagine di Lionel Messi (centravanti dell’Argentina) tratta dalla pagina Facebook del campione

Pur tuttavia, come sottolineato ieri dal direttore Pierpaolo Marino a Zona11PM-Calciomercato su RaiSport1 (condotto dal giornalista Paolo Paganini, esperto di calciomercato) lo sbarco in Italia di Messi farebbe molto bene non solo alle casse esangue nerazzurre, ma anche al mercato dei diritti tv, perché poter contare tra i proprio top player personaggi del calibro di Messi sarebbe un boost particolare per il mercato dei diritti tv della serie A, con particolare attenzione alla vendita di questi “rights” all’estero.

Carlo Tavecchio, presidente della FIGC (a sx), insieme al commissario dell'Expo 2014, Giuseppe Sala (a dx)

Carlo Tavecchio, presidente della FIGC (a sx), insieme al commissario dell’Expo 2014, Giuseppe Sala (a dx)

Secondo alcuni addetti ai lavori, a “suggerire” questo intervento a Beppe Sala sarebbero stati proprio i proprietari cinesi (Suning group) dell’Inter, sapendo, tra l’altro, di poter contare sul “gancio” dell’amicizia di Javier Zanetti (ex capitano nerazzurro e dell’Argentina) con la “Pulce“.

Previous post

MotoGP: UnipolSai debutta in pista con Ducati corse

Next post

Tottenham: nuovo stadio da 500 milioni con un birrificio al suo interno

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.