All newsAltri eventiAziendeBasketBrandEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàMarketingPartnersPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport BusinessSport.Business

MICHAEL JORDAN E LEBRON JAMES: BUSINESS A CONFRONTO

Michael Jordan vs Lebron James. Non si tratta di una sfida sul campo di basket, data anche la notevole differenza, 58 anni il primo e 36 il secondo, ma sul campo monetario. Stiamo parlando di due leggende che hanno scritto enormi pagine di storia del National Basketball Association, soprattutto l’ex cestita dei Chicago Bulls non a caso ritenuto il più grande di tutti i tempi. Secondo Forbes entrambi possiedono un impero commerciale fuori dal basket.

Michael Jordan ha costruito il suo “impero” sulla vendita della linea di scarpe che porta il suo stesso cognome, la Air Jordan. Inaugurata nel 1984, la marca toccò enormi cifre di guadagni a seguito del ritiro dell’ex numero 23 dei Bulls ed oggi si ipotizza che la sua fortuna valga circa 1,65 miliardi di dollari. Prima dell’arrivo del Covid-19 la Air Jordan arrivò anche alla cifra di 2,1 miliardi di dollari, ma a causa della pandemia la marca ha perso 500 milioni di verdoni. Al termine della sua carriera da giocatore Jordan ha guadagnato circa 90 milioni di dollari, ma la maggior parte della sua fortuna è dovuta alle aziende che ha avviato e con cui ha lavorato dopo aver appeso le scarpe al chiodo. Nel 2006 è stato nominato general manager degli Charlotte Hornets (all’epoca Charlotte Bobcats), per cui investì 175 milioni di dollari, e quando alla fine è diventato il proprietario di maggioranza della franchigia nel 2014, si è stimato che avesse investito circa 625 milioni di dollari dei suoi soldi negli Hornets. Oggi il valore della squadra è salito a 1,5 miliardi di dollari.

Lebron James ha più volte dichiarato di aver visto Michael Jordan come il suo esempio da seguire durante la sua carriera nel basket. Non a caso l’attuale ala piccola dei Los Angeles Lakers ha indossato più di qualche anno il numero 23. James ha guadagnato più di un miliardo di dollari nei suoi 18 anni di carriera, 400 milioni dei quali ottenuti come salari percepiti dalle squadre e oltre 600 sotto forma di guadagni extra-campo. Con un contratto di 41,2 milioni annuali, James occupa il quinto posto come giocatore più pagato della NBA, ma sono i guadagni fuori dal campo a fare la differenza tra l’ala e i suoi colleghi. Si dice che nell’ultimo anno James abbia incassato circa 65 milioni da sponsorizzazioni, accessori e apparizioni pubbliche: un record per un giocatore Nba in attività e 21 milioni in più rispetto a Kevin Durant. Ciò nonostante, tutti questi incassi non rendono James un miliardario: considerando le tasse, le spese e i rendimenti dei suoi investimenti, Forbes stima che il patrimonio del numero 6 dei Lakers sia di circa 850 milioni di dollari. Meno rispetto a quello di Michael Jordan.

Confrontando le due leggende, James perde la sfida anche dal punto di vista del palmares: ‘The Chosen One’ ha attualmente conquistato quattro anelli di campionato rispetto ai sei di Jordan.

Previous post

Nike è ancora il marchio sportivo più valorizzato sui social secondo sportspromedia.com 

Next post

ASCOLTI AL TOP PER LA MOTOGP SU SKY: 2 MILIONI 122 MILA SPETTATORI MEDI E IL 13,8% DI SHARE SU SKY SPORT E TV8 PER IL GP DI MISANO

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.