All newsAltri eventiBrandCiclismoConi

Gli EPS si spaccano nella sfida Malagò-Di Rocco per l’elezione CONI

Diventa sempre più chiaro lo “scacchiere” delle alleanze in vista delle elezioni per il ruolo di nuovo presidente del CONI (in campo 3 candidature, a partire da quella del n.1 uscente, il presidente Giovanni Malagò), in programma il prossimo 13 maggio a Milano.
In Consiglio Nazionale CONI, i voti confluiti verso i“grandi” Enti di Promozione Sportiva (EPS), ovvero UISP, CSI e CSEN sono stati 9. E rappresenterebbero, secondo alcuni addetti ai lavori, il cosiddetto “fronte del cambiamento”.
L’ASI (l’ente guidato da Claudio Barbato) ha votato CSEN ritirandosi dalla corsa insieme con Ciro Bisogno, Antonio Dima, Damiano Lembo (US Acli), Bruno Molea (AICS), Luigi Musacchia (Libertas), Roberto Pella, Paolo Serapiglia e Antonino Viti.
L’altro fronte (più vicino a Malagò), sempre secondo gli addetti ai lavori, ha fatto eleggere OPES con 3 voti e ASC con 2.
Totale 9 voti a 5 per gli enti più rappresentativi.
E’ anche vero però che Malagò (nella foto in primo piano), che a maggio sarà contrastato dall’ex presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco, ha stravinto nelle elezioni quota tecnici e atleti.
Previous post

ELF CIV SU ELEVEN SPORTS. LA NUOVA STAGIONE PARTE SABATO DAL MUGELLO

Next post

Holding CFC SpA pone le basi per il nuovo piano biennale

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.