All newsAltri eventiAltri SportAltro MotoriFederazioni ItalianePubblicitàSport BusinessSport Federazioni

Qualifiche sotto la pioggia a Sepang per il 3570 Team Italia

La pioggia non ha risparmiato il turno unico di qualifiche ufficiali del Mondiale Moto3 al Sepang International Circuit (Malesia). Con il Campione del Mondo 2016 Brad Binder (KTM) proprio allo scadere autore dell’ennesima pole position personale, i piloti del 3570 Team Italia si sono assicurati un posto in decima fila.

In condizioni di scarsa aderenza Lorenzo Petrarca in 2’32″151 ha staccato il ventinovesimo riferimento cronometrico a precedere il proprio compagno di squadra Stefano Valtulini, con il tempo di 2’32″346 qualificatosi trentesimo.

Con le incertezze legate alle mutevoli condizioni meteorologiche, il 3570 Team Italia continuerà il lavoro di messa a punto in previsione della gara in programma domani alle 12:00 locali (le 5:00 italiane).

Lorenzo Petrarca (3570 Team Italia – Mahindra MGP3O #77) 29°, 2’32″151

“E’ stata una qualifica difficile con condizioni problematiche da interpretare. L’aspetto positivo è il feeling in crescendo su pista bagnata: nell’eventualità di una gara caratterizzata dalla pioggia le sensazioni sono pertanto positive. Vedremo domani“.

Stefano Valtulini (3570 Team Italia – Mahindra MGP3O #43) 30°, 2’32″346

“In qualifica abbiamo incontrato delle condizioni difficili che cambiavano di continuo. Inizialmente ho sbagliato un po’ l’approccio non forzando subito, ma progressivamente sono riuscito a migliorare i miei tempi e la fiducia in sella. Continueremo a lavorare, speranzosi di archiviare questo fine settimana con una prestazione convincente in gara“.

Emanuele Ventura (3570 Team Italia – Team Manager)

“Non possiamo essere completamente soddisfatti in quanto si poteva fare meglio. Ad inizio sessione siamo partiti con le slick, ma la comparsa della pioggia ci ha imposto il passaggio alle rain. Le condizioni cambiavano di continuo e per i nostri piloti, alla loro prima esperienza su questo tracciato, non era affatto semplice interpretare la pista di volta in volta. Pensando alla gara le sensazioni sono abbastanza positive: possiamo accrescere il nostro livello di competitività sulla distanza“.

Previous post

Al via il master in Diritto e Fisco dello Sport

Next post

Francesco Ettorre è il nuovo presidente della FIV per il quadriennio 2017/20

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.