All newsAltri eventiCalcioCalcio.InternazionaleFederazioni EstereFederazioni ItalianeFIFA - UEFAhome pageIstituzione e AttualitàSport BusinessSport Federazioni

Match Fixing: Il Commissario UE Navracsics chiede la firma di una convenzione tra gli stati membri

La convenzione contro la manipolazione degli eventi sportivi approvata dal Consiglio d’Europa “è il primo strumento internazionale per combattere questo fenomeno, grazie a una piattaforma solida di coordinamento, che sosteniamo pienamente. Per questo la Commissione vuole che arrivi il prima possibile la firma e la ratifica di tutti gli Stati Membri”. E’ quanto ha detto Tibor Navracsics, Commissario Ue alla Cultura all’Educazione e allo Sport, rispondendo oggi alle interrogazioni presentate al Parlamento Ue in merito alla mancata entrata in vigore della convenzione.

Navracsics, riporta Agipronews, ha ricordato che il Consiglio d’Europa ha chiesto che la convenzione, per poter essere adottata dall’Unione, venisse adottata all’unanimità, “mentre attualmente è bloccata dall’impasse creato da un unico Paese. Le regole e i principi, però, sono stabiliti dai trattati, non sono a disposizione dei singoli Stati. Attualmente c’è un deplorevole stallo, vorremmo che la convenzione entri al più presto in vigore”.
“Serve una svolta e il sostegno di tutti – ha detto ancora Navracsics – la convenzione è importante, ma dobbiamo continuare a vedere questo fenomeno da ogni prospettiva e a implementare il contrasto con il finanziamento a progetti che puntino a contrastare il match fixing e sensibilizzare l’opinione pubblica”.
La convenzione, approvata dal Consiglio d’Europa aperta alla firma degli Stati Membri a settembre 2014, ha tra gli obiettivi prevenire, individuare e combattere le partite truccate e la manipolazione delle competizioni sportive.

L’Ue ha invitato “i governi di tutta l’Europa ad adottare misure per evitare i conflitti di interesse tra gli operatori delle scommesse sportive e le organizzazioni sportive, nonché ad incoraggiare le autorità di regolamentazione delle scommesse sportive ad intensificare la lotta contro la frode e le scommesse illegali”.

La Convenzione, firmata anche dall’Italia ad aprile di quest’anno, prevede una collaborazione tra Stati per combattere il fenomeno delle frodi sportive, a severe misure di prevenzione e alla creazione di un sistema coordinato di sorveglianza e rilevamento di possibili partite truccate.

Previous post

Limited edition Kappa per il debutto storico del Sassuolo in Europa League

Next post

Al via a Londra il "Betting on Sports 2016"

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.