All newsAltri eventiAziendeDiritti di immagineEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàMoto GPMotori

LA LIGA E DORNA SPORTS INSIEME PER COMBATTERE IL FENOMENO DELLA PIRATERIA AUDIOVISIVA

(di Marco Casalone) – Dorna Sports S.L., la società spagnola che gestisce le principali competizioni motociclistiche mondiali, ha sottoscritto una collaborazione con La Liga (l’organizzazione che sovraintende al massimo campionato di calcio spagnolo) per rafforzare il loro comune impegno nella lotta contro la diffusione online di contenuti audiovisivi illegali di MotoGP e SuperBike (WorldSBK) su social network, piattaforme digitali e app mobili.

In base all’accordo La Liga metterà a disposizione di Dorna il proprio dipartimento di protezione dei contenuti tecnologici che, attraverso risorse umane e tecniche, monitorerà ed eliminerà i profili fake che utilizzano in maniera fraudolenta il marchio di Dorna Sports, bloccando inoltre la visualizzazione sui motori di ricerca delle pagine che trasmettono contenuti non autorizzati nel web.
Il software di sicurezza informatica della Liga, conosciuto col nome di Marauder, faciliterà anche la ricerca e la raccolta di prove legali contro la diffusione di trasmissioni pirata tramite Internet Protocol TV (IPTV), Cardsharing (la pratica con la quale un unico abbonamento viene utilizzato da più utenti collegati tramite rete) e la condivisione pubblica di account e password.

“Con questa partnership LaLiga si dimostra ancora una volta in prima linea nella battaglia contro la piracy audiovisiva: è nostra intenzione continuare ad investire nei prossimi anni in strumenti tecnici e risorse umane per proseguire la nostra evoluzione in un settore che consideriamo un’assoluta priorità” ha dichiarato il presidente della Liga Javier Tebas, mentre l’amministratore delegato di Dorna Sports Manel Arroyo ha sottolineato come “dal momento che sia la MotoGP che la WorldSBK hanno patito ingenti perdite a causa delle trasmissioni illegali, entrambe potranno trarre grandi benefici dagli strumenti approntati dal team di protezione tecnologica della Liga, punto di riferimento globale in questo campo e quindi una garanzia di sicurezza ulteriore per le nostre competizioni”.

L’ente calcistico spagnolo non è infatti nuovo a questo genere di collaborazione: nel 2016 i suoi dirigenti sono stati ricevuti dal governo degli Stati Uniti proprio per discutere delle soluzioni più adeguate per combattere il fenomeno della pirateria (in grande diffusione oltreoceano), mentre risale al 2018 l’accordo con la Pro League belga, prima lega calcistica europea ad usufruire dei servizi di sicurezza della Liga.

Previous post

Bottega Verde con Pallacanestro Biella nella Final Eight di Coppa Italia

Next post

Atalanta calcio: nasce il team eSports orobico

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.