All newsAltri eventiAltri impiantiAltri SportCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaEventihome pageIOCIstituzione e AttualitàMondiali Russia 2018OlimpiadiOsservatorio PoliticoParlamento e GovernoPechino 2022PubblicitàPunto e a CapoSport BusinessTokyo 2020

TAS riduce pene a Russia, ma resta l’esclusione alle prossime 2 Olimpiadi e Mondiali di calcio

Russia esclusa dalle prossime due Olimpiadi (quelle estive di Tokyo2021 e quelle invernali di Pechino 2022). Diventa operativo il dispositivo del Tribunale arbitrale sportivo di Losanna (TAS), che, comunque, riduce da 4 a 2 anni la sanzione inflitta, nel dicembre 2019, dalla WADA (agenzia mondiale anti-doping) alla stessa Russia. Uno sconto, secondo quanto comunicato dallo stesso TAS, che non mette in discussione le violazioni addebitate ma tiene in considerazione semplicmente “la necessità di un cambiamento culturale così da incoraggiare la prossima generazione di atleti russi nella partecipazione ad uno sport pulito”. La Russia, tra l’altro, non potrà prendere parte neppure ai Mondiali di calcio (Qatar 2022), nè potrà puntare a candidarsi per l’organizzazione di eventi olimpici o iridati. Il caso in esame rischia però di trasformarsi in un affaire di politica internazionale, nei rapporti sempre più tesi tra il Comitato Internazionale Olimpico (IOC) e il governo russo.

Previous post

UEFA: al via l'asta per i diritti tv in 4 paesi asiatici: Corea del Sud "osservata" speciale

Next post

Cupra FIP Finals: le campionesse d’Italia Pappacena-Sussarello accedono ai quarti

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.