All newsAltri eventiAziendeCalcioCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaFootball Jerseyhome pageIstituzione e AttualitàLiga BBVAMerchandising LicensingPartnersPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport Business

Real Madrid: offerta da 150 milioni annui da Under Armour

Il Real Madrid potrebbe firmare un contratto di sponsorship con l’azienda americana di sportswear Under Armour, che avrebbe presentato un’offerta monstre da 150 milioni di euro all’anno, pur di fornire il club spagnolo, che attualmente percepisce 40 milioni di euro a stagione da Adidas.

La Under Armour è un’azienda di sportswear, fondata nel 1996 dall’ex giocatore di football americano, Kevin Plank, dal 2008 sponsor tecnico della nazionale di rugby del Galles, nonché produttore di particolari magliette, che permettono una ottimale traspirazione della pelle. L’azienda americana ha chiuso il bilancio del 2016 con ricavi in crescita del 22% a 4,8 miliardi di dollari e un utile netto di 259 milioni di dollari.

Attualmente è uno dei marchi più importanti negli Stati Uniti d’America, tanto da aver fatto firmare un contratto a Stephen Curry dei Golden State Warriors, MVP della scorsa stagione di NBA, Tom Brady, il giocatore di football americano più famoso nel mondo, il golfista Jordan Spieth, Andy Murray, attuale numero 1 nella classifica ATP, e Michael Phelps, nuotatore recordman nella storia delle Olimpiadi. In Europa, l’Under Armour è già fornitore del Tottenham e punta a scalzare Adidas come nuovo main jersey sponsor del Real Madrid, con cui l’azienda tedesca collabora ormai dal 1998 e il cui contratto scadrà il 30 giugno 2020.

Qualora la trattativa si dovesse concretizzare, il Real Madrid supererebbe facilmente nella classifica del merchandising il Manchester United, che percipisce dall’Adidas 95 milioni di euro l’anno, e Barcellona, ferma a quota 85 milioni di euro a stagione dalla Nike. (ha collaborato Benito Letizia)

 

 

 

 

Previous post

Berdini lascia la giunta Raggi: "...Mentre le periferie sprofondano si pensa allo stadio"

Next post

Il CONI accoglie le istanze dell'ASI sul tema del valore della base associativa degli EPS

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.