All newsAltri eventiConiEconomia E PoliticaEventihome pageIOCIstituzione e AttualitàOlimpiadiParigi2024Roma 2024Sport Business

Raggi (M5S): Trovo criminale parlare di Olimpiadi a Roma, quando ci sono problemi come il traffico

Trovo criminale parlare di Olimpiadi a Roma, quando ci sono problemi come il traffico da risolvere. Prima risolviamo l’ordinario, poi passeremo allo straordinario. Roma ha ereditato nel tempo un debito pubblico superiore ai 13 miliardi di euro. Probabilmente l’Olimpiade oggi non è una priorità per questa città”. Lo ha dichiarato Virginia Raggi al conduttore del programma “Piazza Pulita”, Corrado Formigli, nella puntata odierna dedicata al voto delle amministrative del prossimo 5 giugno.

Formigli aveva fatto notare alla candidata pentastellata di aver manifestato un secco “no”, prima di addolcirsi sul tema, alla luce dell’incontro al CONI, di alcune settimane fa, con il presidente Giovanni Malagò. La risposta di Virginia Raggi, a pochi giorni dal voto, è chiaramente nella direzione di un estremo rigore morale (evitando sprechi e investimenti su progetti speciali come l’Olimpiade del 2024), per conquistare i voti degli ultimi indecisi. 

Certamente parlare di “pensiero criminale” non è un bello spot alla luce dell’eventuale vittoria finale della stessa Raggi in caso di ballottaggio. Un ulteriore colpo al “cuore” del CONI, e, soprattutto, del Comitato di candidatura di Roma2024. Dell’incredibile autogol mediatico ringraziano Parigi, Budapest e Los Angeles, tutte città candidate ai Giochi estivi 2024.

Quello che fa riflettere è il tema del “timing”. Pur riconoscendo l’importanza di trovare valide soluzioni ai problemi del traffico e della mobilità in generale, l’assegnazione dei Giochi avverrà il 13 settembre 2017, circa un anno dopo la nomina del nuovo sindaco della Capitale italiana. Se fosse la Raggi a vincere, seguendo la sua tesi, bisognerebbe aspettare di risolvere buche e traffico, prima di poter parlare di Giochi olimpici. Ma il CIO può aspettare il nuovo sindaco di Roma, se a vincere fosse proprio la Raggi (M5S)? Secondo noi No.

Ecco perché sarebbe importante capire, in modo concreto, qual è la reale posizione di Raggi sulle Olimpiadi, al di là delle battute da talk show tv. E sarebbe importante saperlo prima del 5 giugno 2016, non al ballottaggio. 

Previous post

Sartoria Paolorossi veste gli azzurri della FIPM

Next post

Il progetto dello Stadio della AS Roma entra nella fase di delibera

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.