About The RugbyAll newsAltri eventiAltri SportAziendeBrandEconomia E PoliticaEventihome pageIstituzione e AttualitàMarketingPartnersPubblicitàPunto e a CapoRugbySponsorshipSport BusinessTecnologia

Nuovo accordo milionario tra gli All Blacks e il gigante petrolchimico Ineos

(di Guido Paolo De Felice) – La New Zealand Rugby (NZR), Federazione titolare della leggendaria squadra degli “All Blacks”, ha annunciato una partnership molto redditizia di sei anni con il colosso petrolchimico Ineos. L’accordo è stato stipulato per un valore di circa 8 milioni di dollari neozelandesi (5,6 milioni di dollari statunitensi) all’anno, secondo quanto riferito dai media nel Paese.

In base all’accordo, dal 2022 il marchio Ineos apparirà sul retro dei pantaloncini da gioco e sul davanti delle maglie da allenamento degli All Blacks e delle Black Ferns, entrambe le squadre nazionali dei sette, su quelle dei Māori All Blacks, degli All Blacks XV, nonché degli All Blacks Under 20.

Il mese scorso l’organizzazione ambientalista Greenpeace aveva invitato sia la NZR che la New Zealand Rugby Players Association (NZRPA) a rifiutare qualsiasi possibile accordo con l’azienda britannica definendo Ineos un “mercante dell’inquinamento causato dalla plastica“.

Ineos, produttore petrolchimico con sede nel Regno Unito, diventerà anche il partner ufficiale delle prestazioni della NZR, con la Federazione rugbistica che si unirà al portafoglio di partner sportivi di Ineos che comprende già il team di Formula 1 Mercedes-AMG Petronas, il team ciclistico Ineos Grenadiers, l’Ineos Team UK di vela, così come le squadre di calcio OGC Nice e FC Lausanne-Sport. NZR collaborerà con tutti questi partner sportivi con l’obiettivo di identificare opportunità di miglioramento delle performance che potranno essere condivise in tutto il gruppo.

Sir Jim Ratcliffe, presidente di Ineos, ha dichiarato: “Gli All Blacks hanno costantemente dimostrato la grinta e la determinazione necessarie per esibirsi ai massimi livelli dello sport e ci sarà molto che possiamo imparare da loro“.

L’amministratore delegato della New Zealand Rugby, Mark Robinson, ha aggiunto: “Collaborare con Ineos ed essere parte di un gruppo globale di team sportivi così unico e diversificato è una nuova entusiasmante impresa. Ci impegneremo a coltivare lo sviluppo del rugby nei prossimi sei anni insieme con Ineos Sport e non vediamo l’ora di lavorare al fianco di alcune delle migliori squadre sportive del mondo“.

Continua, invece, la ricerca del main sponsor che apporrà il proprio logo principale sulla parte anteriore della maglia degli All Blacks, ad oggi ancora sul mercato poiché l’attuale accordo con AIG scadrà alla fine del 2021. Proprio recentemente abbiamo trattato su Sporteconomy della trattativa che sembrerebbe essere in corso con il colosso Amazon per questa tipologia di sponsorship.

Previous post

ACQUA RECOARO FA IL SUO INGRESSO IN SERIE A COME SPONSOR TECNICO DELL’EMPOLI FC

Next post

La terza maglia dell'Hellas Verona gioca sul verde, ricorda Dante e il tema della sostenibilità ambientale

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.