All newsAltri eventiAltri SportAziendeBrandIstituzione e AttualitàPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport BusinessTecnologiaVela - Nautica

L’impegno di Engie Italia nel mondo dello sport. Las crescita nel segmento del kitesurf

L’obiettivo di ENGIE è ridurre le emissioni di CO2, sensibilizzare all’azione virtuosa, alla lotta contro il cambiamento climatico e alla costruzione di un rapporto più armonioso tra uomo e natura.

Il Gruppo ENGIE ha un legame storico con il tennis: da oltre 28 anni, supporta tornei di tennis femminile in Francia. Inoltre, ENGIE è partner ufficiale del Roland Garros dal 2014.

In Italia ha lanciato il progetto “ENGIE Planet Ambassador”: ha scelto 10 atleti, quali autentici portavoce di impegno concreto per contrastare il cambiamento climatico per sensibilizzare tutti verso scelte di consumo consapevoli.

Gli atleti che costituiscono la squadra degli “ENGIE Planet Ambassador” esprimono il posizionamento di ENGIE “Più Siamo, Meno Pesiamo” attraverso un impegno collettivo per la riduzione delle emissioni di CO2. Sono espressione di un messaggio coerente con il loro stile di vita, sono credibili come singoli e come gruppo, perché nel loro quotidiano adottano comportamenti virtuosi per la salvaguardia della vita sul nostro pianeta. Atleti che condividono la stessa visione, gli stessi valori e sulla base di questi elementi interagiscono fra di loro creando un network attivo e propositivo. I Planet Ambassor ed ENGIE formano quindi una community autentica e appassionata in cui ogni atleta riconosce nell’altro un compagno di strada nel percorso di sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale e in ENGIE un alleato concreto e solido.

I Planet Ambassador di ENGIE Italia sono: Francesca Bagnoli, kitesurfer, Gigi Datome, capitano della Nazionale di basket, Ivana di Martino, ultramaratoneta e coach, Christof Innerhofer, sciatore, Federica Mingolla, climber, Marco Orsi, campione di nuoto, Francesco Puppi, mountain trail runner, Arianna Talamona, nuotatrice paralimpica, Martina Valmassoi, freerider e Alessia Zecchini, campionessa mondiale di apnea.

Il logo di “ENGIE”

ENGIE e il Kitesurf

ENGIE, quale azienda impegnata nello sviluppo delle energie rinnovabili, è consapevole che il vento è una grandissima risorsa per il bene comune, per l’economia, per lo sport.

Per tale ragioneha decis o di promuovere e sostenere questo sport in qualità di main sponsor della tappa del campionato nazionale. L’ENGIE Kitesurf Challenge 2021 si svolgerà presso la sede della scuola Stagnone Kiteboarding situata nel villaggio surfistico in contrada Birgi a Marsala, dal 1 al 4 luglio 2021. Alla tappa parteciperà, quale special guest, Francesca Bagnoli, nella top 5 a livello mondiale ed ENGIE Planet Ambassador.

Il Kitesurf è uno sport a vela che consiste nel planare sull’acqua con una tavola sfruttando la forza del vento grazie ad un grande aquilone (kite in inglese) manovrabile. Esistono diversi stili e discipline che si distinguono soprattutto dall’attrezzatura e dalla tipologia di aquiloni utilizzata in gara. Tra queste ci sono il Big Air e il Freestyle che consiste nell’utilizzare la tavola e il kite per saltare e raggiungere un’altezza tale da consentire la possibilità di fare grandi salti, rotazioni e tricks.

Oggi il kitesurf è uno sport riconosciuto a livello nazionale dal C.O.N.I. e dalla F.I.V. (Federazione Italiana Vela), mentre a livello internazionale è gestito dal World Sailing, la Federazione Internazionale della Vela.  Il riconoscimento a livello istituzionale e i progressi nell’ambito della sicurezza hanno permesso al kitesurf di non essere più considerato uno sport estremo, e di assurgere a disciplina olimpica nelle olimpiadi di Parigi del 2024.

Il Campionato Italiano di Kitesurf quest’anno si svolge, per la specialità Big Air in due tappe, mentre per quello di Freestyle in tre.

Alla prima tappa di Freestyle, a Lago d’Idro nei pressi di Brescia, hanno preso parte 13 concorrenti per la categoria maschile e 5 per quella femminile. Attualmente, al primo posto si trovano Matteo Dorotini e Nais Balbinot dell’ASD Maselli Kite School di Lago d’Idro, in attesa di disputare le gare delle prossime tappe.

 

 

Previous post

Formula 1: cosa cambia nel 2022? 

Next post

Gli italiani Gregorio Paltrinieri e Bebe Vio tra gli atleti del Team Visa per Tokyo 2020

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.