All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàMarketingPartnersPremier LeaguePunto e a CapoSponsorshipSport Business

Il City Football Group si espande acquistando il NAC Breda (2a divisione olandese)

(di Emanuele de Laugier) – Il City Football Group, la holding di cui fa parte anche il Manchester City (guida la English Premier League con 70 punti), sta chiudendo l’acquisizione del NAC Breda, squadra di calcio della Eerste Divisie (seconda divisione olandese). E’ il 12° club della “galassia” della holding CFG.

Oltre ai “Citizens” e ai gialloneri del NAC Breda (attualmente 8° in campionato – nella foto il logo della società dei Paesi Bassi) può vantare al suo interno il New York City (USA), il Melbourne City (Australia), lo Yokohama Marinos (Giappone), il Montevideo City Torque (Uruguay), il Girona (Spagna), lo Sichuan Jiuniu (Cina), il Mumbay City (India), il Lommel (Belgio), il Club Bolivar (Bolivia) e il Troyes (Francia). Fondato nel 2013 con sede a Manchester, il City Football Group è una holding formata da tre importanti soci: Abu Dhabi United Group (78%), China Media Capital/CITIC Capital (12%) e Silver Lake Partners (10%).

L’accordo arriva dopo che il consiglio di sorveglianza della competizione ha rifiutato che il club fosse venduto il 19 febbraio scorso a Karel Vrolijk, ex cestista olandese e uomo d’affari, e ha chiesto che le restanti offerte d’acquisto venissero monitorate.

In un comunicato ufficiale, il NAC Breda ha dichiarato: ”Su richiesta degli azionisti, abbiamo valutato le iniziative del City Football Group e la proposta congiunta della Global Football Corporation e di Karel Vrolijk. Alla fine abbiamo accettato l’offerta della holding guidata da Mansour bin Zayed Al Nahyan, che vanta già una collaborazione con il NAC”.

L’offerta del City Football Group deve essere ancora esaminata dal consiglio di sorveglianza dell’Eerste Divisie, dal Knvb (Fercalcio olandese) e dal Comune di Breda. Tuttavia, l’acquisizione è entrata nella sua fase finale e gli azionisti della holding sono pronti ad assumere la gestione del club a partire dalla prossima stagione.

Con il NAC Breda, il City Football Group espande il suo portfolio ad un totale di 12 squadre di calcio in tutto il mondo di cui detiene una quota di maggioranza. Gli altri 11 team sono: Manchester City, Girona FC (Spagna), New York City, Melbourne City (Australia), Mumbai City (India), Lommel SK (Belgio), ESTAC Troyes (Francia), Montevideo City Torque (Uruguay), Yokohama Marinos (Giappone), Sichuan Jiuniu (Cina), Club Bolívar (Bolivia).

Il City Football Group è di proprietà di tre diversi investitori, ovvero l’Abu Dhabi United Group, azienda gestita da Mansour bin Zayed Al Nahyan (proprietario del Manchester City), la China Media Capital e Silver Lake Partners. Le società possiedono rispettivamente il 77%, il 13% ed il 10% della holding.

Il gruppo guidato dallo sceicco Mansour ha chiuso l’esercizio finanziario del 2020/21 (conclusosi il 30 giugno) con un fatturato di 624.5 milioni di sterline (756.3 milioni di euro), con un aumento del 14,4% rispetto all’anno precedente. Inoltre, il City Football Group ha ridotto le sue perdite a 52.9 milioni di sterline (64 milioni di euro) in confronto al passivo di 205.3 milioni di sterline (248.6 milioni di euro) della stagione 2019/20.

Una immagine di un impianto del World Padel Tour 2021
Previous post

Il World Padel Tour aggiunge Bitpanda al suo elenco di partnership

Next post

La Russia sfida l'Europa e l'Uefa: si candida per ospitare le edizioni degli Europei nel 2028 e nel 2032

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.