All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioEconomia E PoliticaEventiFair Play FinanziarioFederazioni EstereFIFA - UEFAFisco

Gravina (FIGC) approva la prima rimodulazione del Budget 2020. Per la data dell’assemblea elettiva bisognerà attendere prossimo C.F.

Un successo straordinario in un momento di grande difficoltà per il mondo del calcio”. Così nella conferenza stampa che ha fatto seguito alla riunione odierna del Consiglio Federale il presidente della FIGC Gabriele Gravina (nella foto in primo piano) ha commentato l’approvazione unanime della prima rimodulazione del Budget 2020, cui seguirà la seconda una volta definiti da Sport e Salute i contributi attesi per il nuovo anno. Gravina ha sottolineato come l’apprezzamento del brand della FIGC (con la finalizzazione di 38 partnership) e il conseguente incremento dei ricavi commerciali (raddoppiati rispetto al quadriennio precedente) consentirà di far fronte ad una contribuzione diretta verso le componenti in questo periodo difficile pari a 38 milioni euro. Un ottimo risultato registrato investendo nel rafforzamento delle professionalità interne alla FIGC (non rinnovato l’accordo con l’advisor) senza aggravare il budget del costo del personale, che infatti risulta ridursi di quasi mezzo milione di euro.

Nello specifico, la rimodulazione del budget mostra un risultato d’esercizio positivo pari a 2,1 milioni di euro, per effetto del rinvio e/o della riduzione di alcune voci di ricavo e di costo causate dell’emergenza sanitaria. Ciò a fronte di una diminuzione di ricavi caratteristici della Federazione (diritti tv, partecipazione a manifestazione internazionali e quote degli associati), pari a circa il 20% dei proventi inizialmente previsti, che è stata però efficientemente compensata da una corrispondente riduzione dei costi e dall’incremento dei ricavi da pubblicità e sponsorizzazioni.

Detto che in occasione del prossimo Consiglio sarà fissata la data dell’Assemblea elettiva, passando ad analizzare il mutato scenario politico internazionale, tenuto conto del regolamento della UEFA che prevede la candidatura quale membro del Comitato Esecutivo dei presidenti e dei vice presidenti delle singole Federazioni, Gravina ha sottoposto al Consiglio la sua candidatura e ha chiesto di indicare Evelina Christillin quale membro UEFA al Consiglio della FIFA. Entrambe le candidature sono state votate all’unanimità.

Gravina, inoltre, ha informato i consiglieri di aver ricevuto da un numero rilevante di Società di Calcio a 5 (circa i 2/3 delle associate alla Divisione Calcio a 5) un appello per essere inquadrate all’interno della Federazione e non più nella Lega Dilettanti, sulla stregua di quanto già avvenuto per i club di calcio femminile. Sulla richiesta, il presidente federale ha preso l’impegno di portare alla prossima riunione del Consiglio Federale la discussione politica.
In seguito, dando attuazione a quanto stabilito dall’art. 12 bis della legge n.126 del 13 ottobre 2020, che ha previsto l’istituzione di un Fondo per il professionismo negli sport femminili la cui dotazione è di 2.9 ML nel 2020, 3.9 Ml nel 2021 e 3.9 Ml nel 2022, il Consiglio ha provveduto ad istituire un’apposita Commissione che sovrintenderà alla presentazione della domanda di accesso al Fondo. Su proposta del Presidente Gravina, sono stati nominati quali componenti: Ludovica Mantovani, Sara Gama, Renzo Ulivieri, Umberto Calcagno, Stefano Braghin e Fabio Appetiti, oltre ad un rappresentante indicato dalla Lega B.

Il presidente ha anche aggiornato il Consiglio in merito allo stato d’avanzamento delle interlocuzioni con il Ministero dell’Economia e delle Finanze in merito all’auspicato inserimento dei prossimi provvedimenti governativi per trovare forme di ristoro per le Società professionistiche. (Fonte: FIGC)

 

Previous post

ESTRELLA DAMM NUOVO OFFICIAL SPONSOR DEL CD CASTELLON

Next post

AUMENTO DI CAPITALE PER NOISEFEED. OBIETTIVO PRIMARIO LO SVILUPPO DEL PROGETTO INJURUES

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.