All newsBetting & GamingEconomia E Politicahome pageMoto GPMotori

Codacons: una class action contro la Honda e Marquez

Non si spengono le polemiche sul finale della MotoGp che ha visto Jorge Lorenzo vincere l’ultima gara e assicurarsi così il titolo di campione della classe 500. Dopo bwin e Paddy Power i due operatori di betting che hanno annunciato di ripagare le scommesse su Valentino Rossi perché il campionato è risultato falsato per il “comportamento” del pilota della Honda, Marquez, scende in campo ora in Italia il Codacons.

In un comunicato stampa l’associazione dei consumatori annuncia che “intende proporre un’azione di classe contro Honda ed il pilota Marc Marquez, per frode sportiva in danno agli scommettitori (Art. 1 Legge n.401 del 1989).

Il comportamento antisportivo tenuto in pista dal pilota spagnolo ha portato a falsare -secondo il Codacons- il risultato del campionato del mondo di motociclismo, portando alla vittoria di Jorge Lorenzo.

Bwin e Paddy Power hanno già deciso di rimborsare tutte le scommesse su Valentino Rossi; infatti le agenzie di scommesse hanno ritenuto che il comportamento di Marc Marquez abbia di fatto falsato il risultato del Motomondiale, danneggiando tutti coloro che hanno scommesso sulla vittoria finale di Valentino Rossi.

Allo stesso modo i risultati finali dei gran premi d’Australia, Malesia e Spagna -continua il Codacons- sono stati falsati, come testimoniato anche dall’analisi delle telemetrie di gara, in cui emerge la volontarietà delle azioni del pilota spagnolo della Honda.

Il comportamento della Honda (in quanto datore di lavoro) e di Marquez, va punito, in quanto -termina il comunicato del Codacons- rappresenta una frode sportiva a tutti gli effetti.

Previous post

Lega Serie A e Sportradar in campo contro il match fixing

Next post

Una nuova maglia Puma per la Nazionale Svizzera

Massimo Lucchese

Massimo Lucchese

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.