All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioEconomia E PoliticaFair Play FinanziarioFederazioni ItalianeFiscoIstituzione e AttualitàSerie A - Serie BSport Business

Caso plusvalenze calcio: tutti prosciolti in 1° grado

Tutti prosciolti, in primo grado, i 59 dirigenti/membri dei consigli di amministrazione, oltre alle 11 società di calcio finite a giudizio al Tribunale Federale per il caso delle plusvalenze.

“Il calciomercato è salvo. Il teorema della Procura federale non è passato e la conseguenza che se ne ricava è che le società erano, sono e rimarranno libere di attribuire ai calciatori le valutazioni di mercato ritenute più congrue, tenuto conto del momento, della volontà di investire e anche di assumersi il rischio di impresa”. Lo ha dichiarato ai media Mattia Grassani, legale dell’SSC Napoli, post proscioglimento di tutti i dirigenti e le società finite a giudizio davanti al Tribunale Federale per il controverso caso plusvalenze.

Le motivazioni della sentenza verranno pubblicate la prossima settimana. Di contro la tesi della difesa è che non esiste un “criterio oggettivo” per la valutazione dei giocatori coinvolti in operazioni di calciomercato.

Previous post

FIFA: Romy Gai nominato nuovo Chief Business Officer (CBO)

Next post

Maglia speciale di Erreà per i 110 anni del Pontedera calcio (Lega Pro)

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.