Altre LegheEconomia E Politicahome pageIOCIstituzione e AttualitàOlimpiadiRio 2016

Brasile fanalino di coda dei Paesi BRICS in vista di Rio2016

A meno di un anno dall’inizio dei Giochi olimpici estivi di Rio2016 la situazione dell’economia verdeoro non è delle più brillanti.

Secondo un report sui Paesi BRICS (Brasile/Russia/India/Cina e SudAfrica) i principali analisti si attende nel prossimo biennio (ovvero nell’anno dell’Olimpiade e in quello successivo) una recessione molto forte, in linea con quella “storica”, che si verificò in Brasile nel lontano 1930. Negli ultimi mesi, inoltre, c’è stata una forte svalutazione della moneta (il real), che sta portando ad un aumento dei tassi di interesse fino al 14,25%.

L’agenzia internazionale di rating S&P, inoltre, pone il Paese sudamericano sul gradino più basso della scala investment grade con un outlook negativo fino all’ultimo mese di luglio. Se questo dovesse continuare, per i prossimi sei mesi, la stessa Standard & Poor’s potrebbe decidere di declassare il Brasile a “junk” (i titoli di Stato sarebbero classificati come molto a rischio/pericolosi).

Per Barclays inoltre il mix tra crescita economica rallentata ed entrate fiscali in calo porterà ad una significativa accelerazione del rapporto debito/PIL che potrebbe raggiungere il 72% nel 2016 (ovvero proprio nell’anno dell’Olimpiade di Rio).

 

Previous post

L'Hockey su prato (FIH) riparte da Facebook

Next post

Pescante (CIO): L'Olimpiade cambierà il volto di Rio insieme all'immagine del Brasile

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.