All newsAltri eventiAltri SportDiritti TelevisiviIstituzione e AttualitàPadelSponsorshipSport Business

WPT-Sardegna Open 2021: i numeri di una edizione record  

Si chiude una straordinaria edizione del “WPT-Sardegna Open 2021 presented by Enel” (in programma dal 5 al 12 settembre al Tennis Club di Cagliari), unica tappa tricolore del circuito mondiale (il World Padel Tour), dove partecipano esclusivamente i big del padel. Tanti i numeri positivi emersi al termine di questa manifestazione di assoluto profilo internazionale (organizzata per otto giorni, sui cinque campi del Tennis Club Cagliari, dalla NSA Group in collaborazione con FIP e FIT).

Il primo dato, il più bello, riguarda la presenza del pubblico. Un anno fa, durante la prima edizione, c’era già stato un segnale importante (ovvero lo sport in Sardegna era rimasto “attivo” nonostante il Covid-19) adesso l’opportunità, colta al balzo dagli organizzatori del torneo, di aprire fino al 50% della capienza del campo centrale (oltre al campo n.2 dell’impianto). E gli appassionati di padel non si sono fatti scappare questa grande opportunità. Il torneo, durante le finali (maschili e femminili) infatti è andato oltre quanto previsto dagli stessi organizzatori.

Nel week-end, in concomitanza con i quarti di finale, semifinali e finali, ben 650 appassionati di padel (per sessione di gioco) hanno assiepato, in ogni ordine posto, gli spalti del centrale e molti di questi  sono rimasti, fino all’ultimo, a seguire le premiazioni spingendosi (almeno per quanto riguarda i più giovani) a far firmare magliette, cappelli e t-shirt, come avviene, da anni, nel circuito internazionale del padel. In Spagna, ad esempio, dove è molto forte il modello di sport-entertainment, queste attività sono ben collaudate oltre che remunerative per gli organizzatori locali.

Nel nostro paese i margini di miglioramento ci sono e sono sotto gli occhi di tutti. A partire dalla crescita esponenziale del numero dei campi (oltre 3.800 in tutto il territorio) fino ad arrivare al numero dei praticanti (ormai è stato superato il tetto dei 500mila utenti). Oltre a ciò, in occasione del Sardegna Open, è stato potenziato il progetto della televisioni (solo Sky Sport ha generato 40 ore di dirette dell’evento ma anche altri network nazionali, come Rai (con servizi sul TG3 Sardegna e su Rai Sport), hanno confermato la crescita del Sardegna Open. Significativa poi la presenza dei rappresentanti dei media: dai 18 della edizione 2020 si è arrivati ai 33 (oltre 22 testate presenti) della kermesse appena terminata. Segno inequivocabile, anche questo, di un padel che piace a livello amatoriale (soprattutto in italia), trainato, in termini di popolarità, dai campioni di questa specialità. Al termine della rassegna sarda poi sono stati numerosi gli articoli che hanno raccontato le giornate di evento in modo sempre impeccabile. Dati significativi che si sommano a quelli dei canali social di proprietà del WPT (solo il canale Youtube ha più di 544mila iscritti in tutto il mondo).

Discorso a parte meritano le sponsorizzazioni, con più di 20 realtà partner che hanno scelto di abbinare la propria immagine a quella del padel. A guidare Regione Sardegna al secondo anno di titolazione dell’evento ed Enel nel ruolo di presenting sponsor (con importanti iniziative sui temi della sostenibilità aziendale).

 

Previous post

SOCIOS.COM NUOVO PARTNER GLOBALE DELLE LIGA SPAGNOLA

Next post

MESSI – PSG: UN TESORO SUL CAMPO E IN AMBITO MARKETING

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.