All newsAltri eventiCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaFederazioni ItalianeFIFA - UEFAhome pageIstituzione e AttualitàSport BusinessSport FederazioniStadi di calcio

Uva (FIGC): Dopo il successo con la Nazionale torneremo al Friuli

Un’accoglienza degna delle tradizioni di queste terre, uno stadio di livello internazionale e un pubblico partecipe che ha circondato di entusiasmo appassionato la Nazionale (in occasione del match amichevole tra l’Italia e la Spagna terminato con un pari per 1-1), per divenire parte integrante di un grande evento calcistico.

Impianto di riscaldamento per la crescita del manto erboso dello stadio Friuli (photocredits Elio Meroi)

Impianto di riscaldamento per la crescita del manto erboso dello stadio Friuli (photocredits Elio Meroi)

Il giorno dopo Italia-Spagna, il DG della Federcalcio Michele Uva ha tracciato un bilancio di questa esperienza, che ha caratterizzato la gara amichevole e coinvolto le diverse realtà sparse sul territorio. “Udine Città azzurra? Si merita un bel 30, ma solo perché la lode gliela darò prestissimo, al prossimo esame” ha spiegato Uva dalle colonne del quotidiano Messaggero Veneto.
Credo che la Federazione – ha proseguito il DG – valuterà prossimamente Udine non solo per gare che potrebbero interessare le selezioni giovanili, come l’Under 21: ora c’è un impianto che soddisfa gli standard per un impegno ufficiale della nazionale maggiore”.
Il plauso va all’efficienza infrastrutturale di uno stadio aggiornato con tempistiche compatibili con l’attività agonistica dell’Udinese Calcio, che va ad aggiungersi al novero ristretto di impianti in grado di rappresentare un referenziale importante nella famiglia del calcio italiano. “Ho seguito da vicino l’iter che ha portato alla profonda ristrutturazione dell’impianto. So che la strada è stata tortuosa, sono stato in contatto fin dall’inizio con la proprietà e la dirigenza, in particolare con il dottor Bigotto. I Pozzo hanno fatto un lavoro a dir poco eccezionale ed è giusto che riconoscere i loro meriti. Si tratta di una società modello che opera in una realtà che noi della Federcalcio abbiamo toccato con mano negli scorsi giorni restando colpiti. Dal sindaco Honsell ai tanti tifosi che giovedì sera erano presenti sulle tribune, tutti ci hanno fatto sentire davvero a casa nostra – ha evidenziato Uva – l’ambiente durante la partita è stato perfetto, il nostro commissario tecnico e i giocatori lo hanno giustamente sottolineato. La casa dell’Udinese è accogliente da molti punti di vista”. (fonte: FIGC)

Previous post

Di Cintio: La querelle FIP-Lega Basket è solo all'inizio

Next post

FIP-FIBA: di Marino in Marino, per il Palazzo H sono solo grane

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.