All newsEditorialihome pageNON UTILIZZAREOsservatorio PoliticoParlamento e Governo

Renzi negli States “cult” della Rete

Post vittoria di Flavia Pennetta (neo n.8 del ranking WTA) agli US Open, cosa resta in Rete dell’operazione pro sport al femminile del Premier Matteo Renzi? Sicuramente tante polemiche. Sia per la bandiera tricolore rovesciata (per sbaglio) sia per il volo di Stato (anche se in questo caso è difficile contestare al presidente del Consiglio di aver voluto “rappresentare” il Paese insieme a Giovanni Malagò (numero 1 del CONI) nel giorno più importante nella storia del tennis italiano.

Girovagando in Rete sono stati tante, forse anche troppe, le invettive nei suoi confronti, ma una ci ha colpito in particolare. L’ironica Chiara Geloni, carrarese e Bersaniana docg, infatti, in questi ultimi giorni, non ha smesso di colpire con tweet al vetriolo il numero uno del Partito Democratico per i suoi voli all’estero in “salsa” sportiva.

Quello più ironico è sicuramente questo, ripreso senza veli anche da Dagospia.com, che vive di queste spigolature, soprattutto se arrivano dal web o dai social. “Forse non lo sapevate, ma dice che Renzi è apparso alla Madonna” twitta domenica di prima mattina.

E l’ironia prosegue sempre in ambito sportivo sul tema della ginnastica, dove Chiara Geloni segnale alla Rete e a Renzi un nuovo oro mondiale della ginnastica artistica “rosa”, invitandolo a prendere un nuovo volo di Stato in direzione Lipsia. Una cosa è certa, ironia a parte, nella “sinistra” PD c’è parecchia maretta e il presenziassimo sportivo di Renzi potrebbe trovare una risposta “amara” quando si andrà a votare per la riforma del Senato. Lì sarà più difficile fare game, set, match, come ha fatto la Pennetta agli US Open.

Ma Renzi ha risposto ai “gufi” facendo notare che quando gli è stato sottolineato, da parte dei media, che mancavano i numeri per far approvare le riforme, ha sempre vinto. Quasi un talismano alla rovescia. Provare per credere. Certamente Chiara Geloni da buona toscanaccia non le manda a dire e nel suo blog senza troppi veli afferma: 

…Perché io ci provo gusto a prendermela un po’ con quelli che hanno sempre ragione, anche se il più delle volte lo faccio col sorriso (quando non m’indigno, ok),  però ho (ci ho) questo difetto, che di quello che dico io tendo a essere piuttosto convinta.
Insomma, detesto il pensiero unico. A meno che non sia il mio.

Previous post

Nike svela le terze maglie di AS Roma, Inter, Galatasaray, Barça e ManCity

Next post

L'Endas promuove I valori europei dello sport in un convegno CONI

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.