Altri eventiAltri SportIstituzione e AttualitàMarketingNFT

NFT e sport: il futuro dell’intrattenimento sportivo è nel digitale

Negli ultimi tempi abbiamo sempre più preso coscienza di quanto siano importanti gli NFT. Anzi, potremmo dire che stiamo entrando più in confidenza con una realtà ormai affermata e che ha prospettiva di crescita impressionanti. Ma forse non tutti sanno che c’è uno stretto legame tra gli NFT e lo sport, in particolar modo in relazione al fatto che questi possano essere la forma di intrattenimento del futuro prossimo. Vediamo nel dettaglio.
NFT: info utili

Quando parliamo di NFT parliamo di “pezzi unici”, digitali, che non possono essere replicati in alcun modo, nonché sostituiti. Quest’acronimo, difatti, sta ad identificare in maniera univoca un prodotto digitale create grazie alla rete. Ovviamente, si parla di qualsiasi oggetto digitale, dai video, passando per le foto, fino ad arrivare ad un testo o un audio. Ogni volta che un oggetto digitale viene identificato come NFT, allora dovremo intenderlo come “firmato” dall’autore e nessun altro potrà confutare la sua originalità.
Nel mondo sportivo, il mercato degli NFT sta cominciando ad espandersi in maniera impressionante: secondo alcune stime, pare che il mercato varrà già circa 75 miliardi di dollari entro i prossimi tre anni. La maggior parte del successo è dato proprio dal successo dei token sportivi.

Sport sempre più “digitale”

Un primo esempio di come lo sport si stia affermando sempre di più nella sua natura “digitale” sono sicuramente i siti di gioco online. Si tratta, in effetti, di un’altra forma di intrattenimento che è affermata ormai da diverso tempo e che nel corso degli ultimi anni ha continuato la sua forte espansione e dominio, sotto certi punti di vista. Oggi come oggi è difficile navigare in rete e non imbattersi in una delle tante piattaforme apposite che consentono di potersi divertire in rete; anzi, è possibile persino ricercare le recensioni dei casinò online più sicuri, per cercare di effettuare una scelta adeguata.

Insomma, potremmo dire che questi siti abbiano fatto da apripista rispetto alla tecnologia che in futuro sembra sarà sempre di più un tutt’uno con lo sport.

Detto questo, possiamo dire che gli stessi token digitali si siano ormai affermati come principali tendenze nel mondo dello sport. È la base dell’alterazione dell’infrastruttura tecnologica di tutto il reparto sportivo, cosa che, pare, riesca a garantire un maggior coinvolgimento dei tifosi e a lungo andare potrebbe essere determinante per plasmare lo sport in generale.

Per quanto concerne gli NFT, questi possono essere concepiti in diversi modi: per esempio, NFT da collezione, asset digitali autenticati, in edizione limitata, i quali possono essere comprati e conservati come oggetti da collezione (vedasi figurine dei calciatori, ma anche biglietti di partite storiche).
Ma un altro esempio noto di utilizzo di NTF in ambito sportivo riguarda i momenti salienti delle partite: in particolare, sinora abbiamo diversi esempi delle azioni salienti delle migliori partite della storia dell’NBA.
Si potrebbe anche guardare all’uso dei token per consentire l’accesso a contenuti esclusivi, aggiuntivi. Magari utili a premiare dei fan fedeli, ad esempio, cosa che già accade in NBA.

Previous post

Basket: dagli sponsor di maglia della Serie A i club incassano 46,4 milioni di euro

Next post

Crypto.com debutta ufficialmente nella NBA

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.