All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E Politicaguerra russo-ucrainahome pageIstituzione e AttualitàPremier LeaguePrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport Business

L’Everton FC sospende tutti i rapporti commerciali con le società russe legate all’oligarca Alisher Usmanov

(di Emanuele de Laugier) – L’Everton FC, squadra inglese delle English Premier League, ha comunicato la sospensione di tutti i rapporti commerciali con le società russe USM Holdings, MegaFon e Yota, tutte legate ad Alisher Usmanov.

Usmanov è stato descritto dalla Unione Europea (UE) come “un oligarca legato al Cremlino con connessioni particolarmente strette con il presidente russo Vladimir Putin”. Inoltre, nei giorni scorsi, la UE ha anche congelato i beni del miliardario russo, che è anche il presidente della Federazione Internazionale della Scherma (FIE) dal 2008.

L’Everton ha seguito l’esempio del Manchester United e dello Schalke 04 nel decidere di sospendere le sponsorizzazioni con le società russe a causa dell’invasione della Russia ai danni dell’Ucraina. Nel resoconto finanziario dell’Everton del 2019/20, le tre aziende legate ad Usmanov coprivano la metà del totale dei 63.7 milioni di sterline degli introiti provenienti dalle sponsorizzazioni.

Tra queste, la USM Holding, di proprietà diretta di Usmanov, stava pagando 12 milioni di sterline all’anno (con il contratto in scadenza alla fine di questa stagione) per sponsorizzare il campo d’allenamento di Finch Farm della squadra di Liverpool. Inoltre nel 2020, la società russa ha pagato 30 milioni di sterline per avere la prima opzione sui diritti di denominazione del nuovo stadio dell’Everton a Bramley-Moore Dock, su cui l’oligarca e il club inglese stavano trattando un accordo da 200 milioni di sterline per 10 anni. Il nuovo impianto dovrebbe essere completato nel 2023 e dovrebbe avere un costo totale di 500 milioni di sterline.

Invece, MegaFon, operatore di telefonia mobile russo di cui la USM Holdings detiene la quota di maggioranza, e Yota, società produttrice di smartphone del gruppo di MegaFon, erano gli sponsor della maglia della squadra femminile dell’Everton.

Nei prossimi giorni, il club di Liverpool rimuoverà anche l’enorme logo di Megafon dal lato di Goodison Park e la segnaletica USM dal campo d’allenamento di Finch Farm.

Nonostante la sospensione di tutti i rapporti commerciali con le tre società russe, Usmanov avrà ancora dei forti legami con la squadra della Premier League. Infatti, Farhad Moshiri, proprietario dell’Everton, è anche il presidente della USM Holdings.

Previous post

Abramovich, voci sulla vendita delle proprietà londinesi prima delle sanzioni ufficiali

Next post

Adidas sospende l'accordo di sponsorizzazione delle maglie della Nazionale russa di calcio

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.