All newsAltri eventiCalcioIstituzione e AttualitàLega PROOsservatorio PoliticoPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a Capo

La Maceratese entra nell’orbita Fantauzzi-Macaluso. Closing chiuso dall’avvocato Massone

Una cordata tutta romana nel futuro della SS Maceratese (club di Lega Pro) attualmente 12ima in classifica (ad appena 4 punti dai play-off di).  Il gruppo imprenditoriale, che ha acquisito dall’ex patron italo-svizzero Filippo Spalletta il club biancorosso è costituito, al momento, dal costruttore Marco Fantauzzi e da Luca Macaluso, top manager di Banco Profilo. Proprio quest’ultima “figura” è quella che ha fatto maggior scalpore, sotto il profilo mediatico, perché la famiglia Macaluso, da sempre, è legata, da sincera amicizia, a quella di Giorgio Napolitano, Presidente “emerito” della Repubblica italiana.

foto tratta da “Cronache Maceratesi” – da sinistra Macaluso-Fantauzzi-Spalletta

Nell’ambiente già si parla, nella prossima stagione, di una “sua” possibile visita allo stadio “Helvia Recina”.
Emanuele Macaluso, zio di Luca, 92enne siciliano nativo di Caltanissetta, è amico da una vita del Presidente emerito e in gioventù è stato a capo della corrente “migliorista” del PCI. Eletto alla Camera sempre con il PCI nel 1963, 1968, 1972, al Senato nel 1976, 1983, 1987, 1992, oggi lavora ancora come giornalista (dall’82 all’86 è stato anche direttore dell’Unità, quotidiano di partito prima del PCI, oggi del PD di Matteo Renzi).

Tornando alla fredda cronaca giornalistica, Marco Fantauzzi, 57enne laureato in economia e commercio, grande tifoso biancoceleste, è stato imprenditore edile (come ex socio dell’impresa di famiglia). Sempre la stessa famiglia Fantauzzi è proprietaria dello stabilimento “La Vela” a Fregene. Sarà il presidente del club e verrà affiancato, in questa nuova esperienza, dal manager di Banca Profilo (Luca Macaluso), nel ruolo di vice-presidente.

L’intera trattativa, oltre che il closing sono state curate, fin nei minimi particolari, dall’avvocato romano Angelo Massone (nella foto qui sotto), che, di recente, aveva cercato di acquisire il controllo dell’ACR Messina (sempre in Lega Pro) ed è stato presidente, negli anni passati, in Scozia e Romania di club di seconda divisione. Massone si è occupato con il suo staff della due diligence del club marchigiano e ha curato tutti gli aspetti dell’acquisizione da parte della cordata Fantauzzi-Macaluso. (fonte: Affaritaliani.it)

L’avv. Angelo Massone, azionista di maggioranza del club di seconda divisione romena FC Ceahlaul

Previous post

F1: la "Rossa" torna a vincere con Vettel nel primo Gp d'Australia

Next post

Bari calcio: da Betaland a Betpoint come sponsor di maglia

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.