All newsAltri eventiCalcioCalcioCalcio.InternazionaleFIFA - UEFAhome pageIstituzione e AttualitàQatar 2022SponsorshipSport Business

Il Qatar isolato da un pool di nazioni arabe. Rottura dei rapporti internazionali. Il Mondiale FIFA2022 a rischio?

Il Qatarsostiene e protegge numerosi gruppi terroristici che minano a destabilizzare la regione, come i Fratelli musulmani, l’Isis e al Qaida“: lo sostiene l’Arabia Saudita nel comunicato diffuso stamani per annunciare la rottura dei rapporti diplomatici con lo stato del Golfo. Nel comunicato si afferma che il Qatar “diffonde tramite i suoi media la visione e i progetti di questi gruppi, sostiene le attività di gruppi appoggiati dall’Iran nella regione saudita di Qatif e in Bahrain.
Le decisioni prese oggi contro il Qatar dall’Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti, l’Egitto, il Bahrain e il governo yemenita non comportano solo l’interruzione delle relazioni diplomatiche, ma un vero e proprio isolamento geografico dello Stato peninsulare: l’Arabia Saudita ha annunciato anche la chiusura del suo confine terrestre, l’unico che connette il Qatar con il mondo. Mentre tutti i Paesi che si sono allineati con Riad hanno anche annunciato la sospensione dei loro collegamenti marittimi e aerei con Doha.
Oltre ad annunciare la rottura delle relazioni diplomatiche con Doha, l’Arabia Saudita, gli Emirati arabi uniti (EAY) e il Bahrain hanno decretato l’espulsione di tutti i cittadini qatarini, dando loro 14 giorni per partire. Lo riferisce la televisione saudita satellitare Al Arabiya. I governi di questi tre Paesi hanno inoltre ordinato ai loro cittadini che si trovano in Qatar di passaggio o come residenti di lasciare il Paese. Non si ha per il momento notizia di un’analoga decisione dall’Egitto.
Anche il governo riconosciuto internazionalmente dello Yemen, guidato dal presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, ha annunciato la rottura dei rapporti diplomatici con il Qatar, accusandolo di sostenere i ribelli sciiti Houthi, vicini all’Iran. Il governo di Hadi, vicino a Riad, ha sede nella citta’ meridionale di Aden. La capitale yemenita Sanaa e’ invece occupata dagli Houthi da quasi tre anni. In precedenza l’Arabia Saudita, l’Egitto, gli Emirati Arabi Uniti e il Bahrain avevano annunciato la rottura delle relazioni con il Qatar, che e’ stato anche espulso dalla Coalizione araba a guida saudita che da due anni conduce una campagna militare in Yemen contro gli Houthi. “I rapporti del Qatar con le milizie golpiste (degli Houthi) e il suo sostegno ai gruppi estremisti sono diventati chiari”, afferma il governo yemenita di Hadi in una nota citata da Al Arabiya. (fonte: Ansa)

La rottura di tutti i rapporti internazionali e di fatto l’isolamento del Qatar dal resto dei principali Paesi arabi pone una serie di quesiti di non banale soluzione, a partire dal futuro della rassegna iridata di calcio (Fifa World Cup) attesa sul territorio qatarino nel 2022 (edizione successiva a Russia2018). 

Previous post

Nike lancia Ordem V, nuovo pallone ufficiale della serie A Tim 2017/18

Next post

Cana lancia una fondazione per aiutare i bambini a fare sport in Albania e Kosovo

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.