All newsEconomia E PoliticaEditorialihome pageIstituzione e Attualità

Ignazio Marino, sindaco di Roma “de iure”, ma non “de facto”.

(di Marcel Vulpis) – E’ finito come molti avevano previsto: il sindaco Ignazio Marino, da giorni ai Caraibi per ferie, ha dovuto abdicare consegnando molti dei poteri di indirizzo al prefetto Franco Gabrielli, che diventa di fatto un “secondo sindaco” aggiunto. A 68 giorni dell’inaugurazione del nuovo Giubileo (previsto per il prossimo 8 dicembre), dovrebbero essere già attivi 48 cantieri. Al momento siamo a quota zero. In arrivo ben 50 milioni di euro, che serviranno a mettere in movimento l’intera macchina organizzativa. Denaro pubblico che verrà individuato tra le maglie severe del patto di stabilità. Questa decisione è stata presa in seno all’ultima riunione del Consiglio dei Ministri (durata ben due ore).tenutosi a Roma questa mattina.

Sul fronte di “Mafia Capitale“, è stato commissariato (sempre per mafia) il municipio di Ostia, mentra Roma Capitale non è stata toccata dagli scandali di questi ultimi mesi, anche perché il Giubileo è alle porte e non si può dare risposte negative su questo tema, in considerazione anche dell’arrivo di milioni di pellegrini nella Città Eterna.

 

Previous post

L'Open d'Italia di golf va in buca. Successo sportivo e di sponsor.

Next post

Brandi (Mediaset): La Roma? Non è detto che vada sempre in chiaro.

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.