All newsAltri eventiAltri SportAltro MotoriFederazioni ItalianeIstituzione e AttualitàSport BusinessSport Federazioni

Concluso il GP di Motegi per il 3570 Team Italia. Lorenzo Petrarca 21° in gara

Lorenzo Petrarca 21° in gara, Stefano Valtulini scivolato.

Il 3570 Team Italia porta a termine tra alti e bassi la prima di tre trasferte extra-europee previste dal Mondiale Moto3 2016 nel mese di ottobre. In una gara al Twin Ring Motegi, che ha sancito il ritorno alla vittoria di Enea Bastianini (Honda), dopo promettenti riscontri nelle prove Lorenzo Petrarca è 21° sul traguardo avvicinando la top-20, fuori gioco nelle battute iniziali della contesa per una scivolata invece Stefano Valtulini.

Migliorando progressivamente i tempi nel corso del fine settimana, all’esordio sul tracciato giapponese Lorenzo Petrarca è riuscito a concludere la gara al ventunesimo posto, maturando un’esperienza importante per il prosieguo del ‘trittico’. Costretto alla resa Stefano Valtulini, finito a terra alla curva 8 nei primi giri dopo un incoraggiante avvio.

Per il 3570 Team Italia prossimo appuntamento in pista tra pochi giorni al Phillip Island Grand Prix Circuit, teatro del Gran Premio d’Australia.

Lorenzo Petrarca (3570 Team Italia – Mahindra MGP3O #77) 21°

“C’erano tutte le premesse per fare una bella gara e, proprio per questa ragione, non posso essere completamente soddisfatto. Partendo indietro ho perso subito il contatto con il gruppetto davanti. Nel corso della gara sono riuscito a recuperare terreno, ma ormai era troppo tardi. In vista dei prossimi round ripartiremo dai buoni riscontri delle prove, con la moto mi sono trovato bene e con questo feeling possiamo crescere ancora”.

Stefano Valtulini (3570 Team Italia – Mahindra MGP3O #43) DNF
“Un weekend difficile. In gara ho fatto di tutto all’avvio per recuperare posizioni, ma sono scivolato senza preavviso nei primi giri. Con la squadra cercheremo di capire cosa sia successo e trovare una soluzione per le prossime gare”.

Emanuele Ventura (3570 Team Italia – Team Manager)

“Non siamo pienamente soddisfatti: ci aspettavamo qualcosa di più. Partendo indietro nei primi giri Lorenzo ha perso il contatto con il gruppo che lo precedeva e, una volta raggiunto Spiranelli, era ormai troppo tardi per provare un ulteriore riaggancio nei confronti dei piloti in lizza per la zona punti. Stefano purtroppo ha vissuto un weekend difficile e non si sa spiegare la causa della caduta. Insieme a Mahindra cercheremo di aiutarlo nelle prossime gare, individuando opportune contromisure per consentirgli di guidare come più gli piace e riacquistare la fiducia in sella”.

Previous post

Le Nuove frontiere della Sport Industry nel Forum Sport e Business

Next post

Si rinnova Sky Go, nasce Sky Go Plus

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.