All newsCalcioConiEditorialiFederazioni ItalianeGiustizia Sportivahome pageIstituzione e AttualitàSport Federazioni

Calcio a 5 in stile Game of Thrones. Finto Sexgate, vera imboscata a Montemurro

Ad ascoltare più volte l’audio del cosiddetto “Sexgate”, che ha toccato, in queste ore, il mondo del Calcio a 5, con titoloni strillati all’inverosimile, viene solo da sorridere. Non c’è alcun reato, né alcuna volontà o conferma, da parte del presidente della Divisione calcio a 5, Andrea Montemurro (nella foto in primo piano), di voler accettare la “proposta” sexy di un dirigente di un club del litorale pontino in cambio di una presunta informazione sensibile (di dominio pubblico nei minuti precedenti la telefonata tra i due). Il nulla che si somma al nulla, ma che fa rumore solo per i media alla ricerca di un presunto scandalo mai verificatosi nel mondo reale. Lo stesso dirigente del “Latina Lynx” (club di futsal della massima serie), poi, in un’intervista sul quotidiano La Repubblica ammette candidamente: “Mi sono sparato una cosa che non ero nemmeno in grado di fare. Sono stato un cxxxxxxx ..Ma non c’è irregolarità, mi ha dato notizia di una cosa già decisa».

Quindi di quale Sexgate o di quale violazione regolamentare staremmo parlando? Di un “nulla cosmico”, che si è abbattuto su Montemurro, primo capitolo però di un “Game of Thrones” all’amatriciana. Una bella vigliaccata in vista di una tornata elettorale (già a partire dal mondo del Futsal), che si preannuncia ricca di sorprese e di colpi bassi al vetriolo. E il presunto “Sexgate”, sbandierato come la “notizia del giorno”, già profuma di viltà.  

Il reato semmai, questo sì, è nell’aver registrato, senza il consenso di Andrea Montemurro, la telefonata del presunto scandalo. Il primo (il presidente del Latina Lynx) non ha preavvisato il secondo della potenziale scorrettezza. Perché mai poi un dirigente arriva a raccogliere una registrazione tirandola fuori nei mesi successivi?. Questo ci piacerebbe che qualcuno ce lo spiegasse!

Questo “vizietto” di registrare (certamente per tenere traccia di dialoghi avvenuti mesi prima) è ormai è una moda fortemente radicata nel calcio tricolore: prima di Montemurro vi è finito (suo malgrado) Claudio Lotito (presidente della Lazio) e, di recente, lo stesso AD della Lega calcio Serie A (Luigi De Siervo), che bene ha fatto a tutelarsi nei confronti di questa ennesima vigliaccata. E’ bene ricordarlo, per i “simpaticoni” dal “ditino” seriale sul tasto play, nessuno può registrare un altro soggetto senza averne avuto il permesso. Montemurro banalizza l’offerta del suo dirigente  e taglia anche corto. Forse è stato fin troppo educato nei confronti del presidente del Latina Lynx. Ascoltare queste banalità, senza mai aderirvi, prefigurerebbe un reato? Non ci risulta. 

Ecco perché leggere termini come “Sexgate” o “Sesso in cambio di notizie riservate” è abbastanza superficiale. E’ il dirigente del club pontino che offre l’incontro con la bellezza locale, non è il presidente della Divisione calcio a 5 a “facilitare” il presunto incontro di beati sensi. 

Una realtà totalmente travisata, mentre ciò che appare chiara è l’imboscata operata nei confronti dello stesso presidente della Divisione calcio a 5. Non vorremmo che, tra qualche giorno, emergesse una verità totalmente opposta rispetto a quanto letto sulle colonne di molti quotidiani. Oggi i media hanno presentato Montemurro come un “carnefice”, ma, tra qualche giorno, si potrebbero ribaltare le posizioni e lo stesso potrebbe apparire come la vittima di un palese complotto pre-elettorale. 

Montemurro, negli anni della sua presidenza, ha rivoltato come un calzino il mondo del calcio a 5. a qualcuno (forse più di qualcuno) questi cambiamenti radicali hanno dato molto fastidio (per non dire altro). La cosa più grave è il danno subito dalla “famiglia” del presidente Montemurro per presunti episodi sconvenienti mai avvenuti, ma costruiti ad arte per distruggerne l’immagine.

Chi ha ordito questa trappola vile non merita di restare nel mondo dello sport.

Chi ha intenzione di mandare a casa Montemurro può utilizzare la prossima tornata elettorale (mancano pochi mesi a questa scadenza), ma non può o non deve utilizzare stratagemmi da “Game of Thrones” di quart’ordine. Questo sì è uno scandalo vero, per non dire uno schifo assoluto! 

Previous post

Cochi (FdI): Dopo 44 mesi a Roma nessun nuovo impianto, nessuno ristrutturato e nessun progetto autorizzato

Next post

L’Inter sbarca su Amazon: online il brand store nerazzurro

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.