All newsAltri eventiAziendeCalcioCalcio.InternazionaleDiritti TelevisiviEconomia E PoliticaEventihome pageIstituzione e AttualitàPrurito calcisticoPunto e a Capo

Brasile: Disney ottiene i diritti per il triennio 2022-2025 della English Premier League (EPL)

(di Emanuele de Laugier) – In Brasile la English Premier League sarà visibile sui canali Disney per 3 stagioni (dal 2022/23 al 2024/25). Superata la concorrenza di Warner Media nel bando di gara, dove le parti interessate dovevano offrire almeno 25 milioni di dollari. I diritti sono esclusivi sia sulla TV in chiaro, sia sulla Pay TV, sia in streaming (Star+). Oltre al mercato brasiliano, Disney avrà i diritti della EPL per il prossimo triennio anche in tutto il Sud America (ad eccezione dei territori di Guyana, Suriname e Guyana francese).

ESPN (acquistata da Disney negli anni ’90 insieme alla ABC) sarà, ancora una volta, una delle emittenti per il calcio inglese in Brasile, sempre presente sui canali dal 2003 ad oggi. La rete americana ha influito nell’incrementare la popolarità della EPL nel paese e i match sono stati uno degli spettacoli più seguiti su ESPN. Questi sono stati alcune delle ragioni che hanno indotto Disney a superare la forte concorrenza di Warner Media, che, tuttavia, si può consolare avendo i diritti della UEFA Champions League e delcampionato “paulista” in terra brasiliana.

Oltre alla Premier League, ESPN e Star+ trasmetteranno in esclusiva anche le partite di FA Cup e di League Cup, nonché la FA Super Cup, il torneo di apertura della stagione del calcio inglese. A ciò si aggiungono anche i diritti per LaLiga spagnola (fino al 2025/26) e per la Ligue 1 (per il triennio 2021-2024), quest’ultimi acquistati da Disney la scorsa estate per mostrare ai brasiliani le giocate di alcuni dei loro connazionali più famosi (Neymar, Marquinhos e Paquetà).

L’ultimo periodo è stato proficuo per la Premier League perché, oltre all’accordo con Disney, ha concluso a novembre 2021 un accordo record per i diritti negli USA con NBC per 2,7 miliardi di dollari per sei anni, ad inizio 2022 ha venduto i diritti a FuboTv per tre stagioni in Canada ed a ViacomCBS quelli in Messico e in America Centrale.

Previous post

Un nuovo futuro per il baseball. Al via la “Coppa del Mondo virtuale” in collaborazione con Newdin Contents

Next post

Djokovic potrà partecipare agli Australian Open (ma solo su Decentraland a livello virtuale)

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.