All newsAziendeBasketBetting & GamingBrandMarketingNBASport BusinessSport e Scommesse

Scommesse, Sportradar lancia Virtual NBA con le star del basket americano

Sportradar, sfruttando la partnership pluriennale con la lega di basket americana, lancia Virtual NBA, una soluzione di scommesse virtuali che sfrutta le più recenti tecnologie legate all’intelligenza artificiale e di machine learning per consentire agli operatori di gioco di aumentare il coinvolgimento degli appassionati con un valore stimato di 2,2 miliardi in tutto il mondo.

L’aggiunta di Virtual NBA offrirà agli operatori 3.000 partite al giorno, con ogni concorso che sarà caratterizzato da 12 diversi mercati legati alle scommesse. Sarà possibile guardare otto giochi contemporaneamente, il che significa che gli operatori di gioco possono offrire ai propri clienti una scelta significativa e creare molteplici opportunità di coinvolgimento utilizzando i dati NBA effettivi per simulare un’esperienza di basket di “gioco reale”.

Frank Wenzig, Managing Director Gaming di Sportradar, ha dichiarato: “Le scommesse sportive virtuali stanno diventando sempre più popolari con oltre 200 milioni di biglietti accettati nel portafoglio di prodotti di scommesse virtuali di Sportradar finora quest’anno. Attraverso l’introduzione di Virtual NBA, con i nomi e i loghi delle squadre NBA, Sportradar offre agli operatori nuovi contenuti dinamici sul basket per stimolare il coinvolgimento fornendo ai fan l’accesso ai mercati delle scommesse NBA”.

Virtual NBA è in grado di sfruttare tutta la potenza del database storico di Sportradar, con un team di ingegneri che ha elaborato milioni di punti dati da concorsi NBA giocati in precedenza per generare 480.000 simulazioni di basket con un realismo senza precedenti che mette i fan al centro dell’azione virtuale. L’esperienza dei fan è ulteriormente migliorata dalla presentazione del gioco di alta qualità, in cui sono state generate immagini iperrealistiche attraverso la più recente tecnologia di motion capture utilizzando centinaia di telecamere e sensori. I dati di mezzo milione di partite ed eventi, inclusi il posizionamento e il movimento dei giocatori, sono stati quindi analizzati utilizzando l’intelligenza artificiale e integrati per creare le mosse e i tiri dinamici presenti nel prodotto Virtual NBA. (fonte: Agipro)

Previous post

Si svolgerà a Milano il primo grande evento dedicato al pianeta padel

Next post

Pioggia di denaro sulla Liga spagnola: 150 milioni di euro (nell'arco di 5 anni) da EA Sports

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.