All newsAltri eventiCalcioCalcioCalcio.InternazionaleDiritti TelevisiviEconomia E PoliticaFiscohome pageIstituzione e AttualitàOsservatorio PoliticoPremier LeagueSponsorshipSport Business

Premier League: con la Brexit il calcio inglese va in “fuorigioco”

(di Antonio Sanges)*Brexit : quali “conseguenze aziendali” possono subire i club di calcio inglesi, dalla fuoriuscita dell’Inghilterra dall’UE?
Nel breve periodo gli analisti finanziari, rilevano che il “divorzio” tra Londra e Bruxelles determinerà: borse a picco, aumento dello spread ed una nuova Lehman Brothers.
L’effetto Brexit sicuramente modificherà le strategie aziendali di marketing, merchandising e di mercato dei club Inglesi, i quali allo stato risultano essere tutti collocati nelle “Top Ten” dell’azienda calcio europea.
Per le società di calcio inglesi, il Brexit, potrebbe quantificare la perdita, da parte di circa 300 calciatori, dello status di “calciatori comunitari”.

Allo stato la Premier League risulta essere il campionato europeo con il maggior “valore stimato” pari a 3.850 mln di euro a seguire: Bundesliga (2.480), Liga ( 2.070), Serie A ( 1.780), Ligue 1 ( 1.530).
Alla data del 30 giugno 15 ,la Premier League risulta essere anche il campionato europeo con il maggior “valore di fatturato” pari a 4.403 mln di euro, Bundesliga (2.392), Liga ( 2.080), Serie A ( 1.840), Ligue 1 (1.418).
In termini di “brand” l’Inghilterra quantifica un valore di 7.168 mln di euro (pari al 48% del totale stimato per campionati pari a 15.020 mln di euro), seguito dalla Spagna ( 2.849), Germania (2.408), Francia ( 1.183), Italia              (893), Olanda ( 212),Turchia ( 211),Portogallo ( 94). (fonte Brand Finance),
Il valore del “brand” per singolo club colloca Manchester United ( 1.077 mln euro), Manchester City ( 833), Arsenal ( 790), Chelsea (714), Liverpool ( 688), Tottenham ( 406), Leicester (218) tra le prime 40 societa’ europee.

La bandierina dello stadio Old Trafford a Manchester

La bandierina dello stadio Old Trafford a Manchester

Secondo uno studio condotto da KPMG sulla “valutazione dell’azienda calcio in Europa”, i club inglesi risultano avere ben 7 societa’ fra le prime venti : Manchester United (valore 2.905 mln euro), Arsenal (1.663), Manchester City ( 1.620), Chelsea ( 1.453), Liverpool 1.273), Tottenham ( 801), Everton (455). In termini di “ricavi” la classifica stilata da Football Money colloca ben otto club inglesi tra i primi 20 in Europa : Manchester United ( 518) mln euro), Manchester City (414), Chelsea ( 387), Arsenal ( 359,3), Liverpool ( 305), Tottenham ( 215), Newcastle (155), Everton ( 144).
Effetto Brexit , in “fuori gioco” l’azienda calcio inglese…?

  • tributarista ed esperto di bilanci in ambito sportivo
Previous post

Brexit/Regno Unito: tragedia annunciata oppure opportunità?

Next post

Euro2016: Gli azzurri scoprono di essere amati sui social

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.