All newsAltri eventiEconomia E PoliticaFederazioni EstereFIFA - UEFAIstituzione e AttualitàQatar 2022Sport BusinessSport Federazioni

Platini spara ad alzo zero: Vittima di una macchinazione

E’ un Michel Platini senza veli quello che si è fatto intervistare da La Repubblica a Dubai in occasione di Globe Soccer Awards 2016.

Sono il primo al mondo a pagare le tasse su soldi presi per corruzione” in riferimento al controverso pagamento di 2 milioni di franchi del 2011 senza alcuna base legale, ricevuto da Blatter per una presunta consulenza di molti anni prima e ritenuto dalla Commissione etica della Fifa invece prova di un tentativo andato a segno di corruzione alla vigilia delle elezioni del massimo organismo del calcio mondiale. “La Commissione dice di essere indipendente, ma chi paga i viaggi, il lavoro dei giudici di questa Commissione? La Fifa. Loro mi accusano di non avere informato il Comitato esecutivo di questo mio contratto. Sono io che avrei dovuto informare o qualcun altro? Qualcuno forse mi aveva detto di farlo? Per questo vengo accusato di conflitto di interessi. Dopo tutto questo è scoppiato il caso, una vera e propria macchinazione”. E poi: “Ricordate una cosa: dopo 5 o 6 anni certe pendenze vanno in prescrizione, se la Fifa avesse voluto avrebbe potuto non pagarmi e io sarei stato sconfitto anche in tribunale”. E sul tema del Mondiale 2022 assegnato al Qatar: “Sarkozy non mi ha mai, ma mai davvero chiesto di votare per loro. Sono andato alla sua cena e là ho trovato i rappresentanti del Qatar. Comunque è una scelta che rifarei con le due condizioni che avevo posto: che si giochi a dicembre e che il torneo si svolga nei vari paesi del Golfo”.

Previous post

Socar, primo sponsor azero di un Europeo di calcio

Next post

Record di produzione per lo stabilimento Renault di Batilly

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.