All newsAltri eventiConiEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàOlimpiadiOsservatorio Politico

Malagò (CONI): Risultati azzurri a Rio, asset per Roma2024

A sei mesi da Rio, prossima edizione dei Giochi olimpici estivi, Giovanni Malagò, numero uno del CONI, ha chiamato tutti i presidenti federali e segretari (riuniti all’interno della Sala delle Armi – nel complesso del Foro Italico), per parlare dei prossimi Giochi brasiliani e delle prospettive di qualificazione/medaglia.

I risultati sul campo sono di gran lunga il miglio asset per la candidatura olimpica di Roma 2024“. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, intervenendo alla Sala delle Armi al Foro Italico, alla presentazione di ‘Destinazione Rio‘ a poco più di 6 mesi dalle Olimpiadi.

“E’ un momento fondamentale, siamo a un passo dal passaggio chiave del quadriennio -ha aggiunto il numero uno dello sport italiano-. Stiamo preparando questo appuntamento con passione e dedizione, destinandogli tutte le risorse possibili. Il mio ottimismo è proverbiale ma è suffragato dall’ottimo lavoro fatto e dall’atmosfera positiva che c’è intorno alla squadra”. Malagò ha poi parlato delle squadre che non hanno ancora centrato il pass per Rio: “Ci sono delle difficoltà con alcune squadre, stiamo aspettando i tornei preolimpici per le due squadre di pallanuoto, per il basket maschile e il volley femminile. La nostra spedizione, avrebbe un connotato diverso se almeno tre di queste quattro squadre venissero in Brasile”.

Il presidente del Coni ha sottolineato di puntare forte sulla scherma da sempre fucina di medaglie per il nostro sport: “Il programma ci penalizza, manca il fioretto a squadre femminile e la sciabola a squadre maschile ma sono convinto che le altre squadre della scherma siano una garanzia. Intanto faccio i complimenti ad Aldo Montano che si è qualificato nella sciabola individuale, i grandi campioni come lui difficilmente tradiscono”. “Quando sono stato eletto chiesi di non essere giudicato per le medaglie ma non mi tirerò indietro perché la faccia è la mia. Stiamo mettendo i presupposti per grandi risultati in futuro“, ha concluso Malagò.

Previous post

Pirola, Presidente Unendo Yamamay Busto Arsizio, furioso dopo i fatti del Palayamamay

Next post

Ezpeleta (Dorna) svela a Sky Sport il futuro della MotoGp

Redazione

Redazione

2 Comments

  1. antonini giuseppe
    2 Febbraio 2016 at 22:33 — Rispondi

    salve,non ho commenti ma mi piacerebbe seguirvi

    saluti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.