All newsAltri eventiCalcioCalcio.Internazionalehome pageIstituzione e AttualitàLigue 1Sport Business

L’OM sulla via yankee di Franck McCourt: operazione da 200 mln di euro

Franck McCourt, ex proprietario di una storica franchigia di baseball (i “Dodgers” di Los Angeles venduta per oltre 2 miliardi di dollari) ha acquisito il popolare club di calcio transalpino (da Margarita Louis-Dreyfus). Un affare del valore di 100 milioni di euro. Una volta ufficializzato l’affare ha dichiarato: “Voglio gareggiare per vincere in Ligue1 (l’equivalente della nostra serie A) ogni anno, coinvolgere i fan in uno spettacolo unico, essere esemplare per promuovere l’immagine di Marsiglia, con un modello economico sostenibile in campo e fuori”. Per tornare ad essere competitivi servono però altri 100 milioni di euro, soprattutto per competere con i rivali di sempre del PSG saldamente in mani qatariote. McCourt è stato scelto dalla ex proprietaria, perché nel frattempo si erano avvicinati all’OM anche altri tre gruppi (una cordata araba, una asiatica e Gerard Lopez, imprenditore lussemburghese ex n.1 della Lotus in Formula One).
Franck McCourt è un magnate a stelle e strisce, che non ha goduto sempre di ottima stampa: dopo aver comprato i Dodgers per 430 milioni di dollari, li ha ceduti nel 2012 per la cifra folle di 2,3 miliardi, ma secondo i media le casse della franchigia non avevano più liquidità da tempo. E’ considerato un ottimo investitore, ma non altrettanto in ambito manageriale. E’ anche proprietario della maratona di Los Angeles della Global Champions Tour (circuito professionistico per binomi equestri).
Sempre sul fronte OM, prevista una percentuale pari al 5% in mano ancora alla famiglia Louis-Dreyfus (proprietaria del club dal 1996 al 2016), tra i gruppi francesi più ricchi al mondo, in modo da verificare che “proceda tutto al meglio in società (attualmente 11ima in campionato dopo l’ultima vittoria in casa con il Lorient)” anche con il nuovo ingresso azionario.

Previous post

Maroni (Lega Nord) propone Milano2024 al posto di Roma, ma la carta CIO non lo consente

Next post

Censis: il 50,2% degli intervistati è favorevole a Roma2024

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.