All newsAltri eventiCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaEmergenza CoronavirusFair Play FinanziarioFiscohome pageIstituzione e AttualitàLiga SantanderSponsorshipSport Business

LA LIGA – É L’ATHLETIC BILBAO LA SQUADRA PIÙ IN SALUTE DEL CAMPIONATO SPAGNOLO

(di Sejon Veshaj) -Le analisi condotte sui bilanci delle società della Liga Santader (la massima serie calcistica spagnola) hanno evidenziato che, alla vigilia dello stop forzato a causa dell’epidemia da Coronavirus, l’Athletic Bilbao, decima forza del campionato e finalista della Copa del Rey (Coppa nazionale di Spagna), è risultata la squadra più in salute del campionato spagnolo, con un patrimonio di 188 milioni di euro.

La Liga sta attraversando, come nel resto dei vari campionati europei e mondiali, un periodo di alta tensione a causa dello stop imposto dalla RFEF (Federazione calcistica spagnola) per l’emergenza sanitaria da Covid-19. Tra i mancati introiti provenienti dalla vendita dei diritti TV, servizi di biglietteria e merchandising, molti club appaiono incapaci di far fronte alle spese interne, dovendo pagare gli stipendi ai calciatori e ai dipendenti delle società.

A tal proposito, alcuni club stanno valutando l’ipotesi di tagliare parte dei compensi destinati ai propri tesserati ricorrendo all’Articolo 47 sulla Legge dello Statuto dei Lavoratori (ERTE), che permette di sospendere temporaneamente i contratti dei propri dipendenti per cause di forza maggiore.  Grande scalpore è venuto a crearsi intorno alla capolista del campionato, il Barcellona, dove la maggioranza dei calciatori non sembrerebbe disposto a sedersi a tavolino con i dirigenti del club, in merito ad un possibile taglio dei compensi per i mesi di marzo e aprile.

Nella conferenza stampa digitale che l’Athletic Bilbao ha organizzato in settimana con i suoi calciatori, l’esterno difensivo Yuri Berchiche, portavoce della rosa, ha dichiarato che tutti i tesserati del club valutavano positivamente un taglio dei propri salari per favorire il pagamento dei vari dipendenti della società basca. La risposta dei dirigenti tuttavia, è stata alquanto rassicurante in quanto la società non prevede in nessun modo misure restrittive o ricorsi giuridici vari. Questo grazie ai numeri straordinari che evidenziano i conti del club di San Mamés: nessun rosso in bilancio e un saldo attivo tra crediti e debiti di 188 milioni di euro. Cifre che permettono di poter sostenere il disordine economico derivante da una eventuale sospensione definitiva del campionato.

Per comprendere ancor di più questi dati significativi, basti pensare che la seconda società in Spagna a presentare conti in attivo è l’Eibar con 40 milioni di euro, seguito dal Real Madrid di Florentino Perez con 38 milioni di euro.

Gli esperti calcolano che, qualora la stagione dovesse riprendere regolarmente, gli introiti per l’Athletic Bilbao sarebbero di altri 30 milioni di euro circa, tra diritti televisivi, incassi al botteghino e sponsorizzazioni garantite dalla conquista della finale di coppa nazionale, da disputare contro gli acerrimi rivali della Real Sociedad ipoteticamente tra maggio e giugno.

Pur ridimensionato dalle limitazioni imposte dal suo stesso statuto che prevede il solo tesseramento di giocatori baschi o di origine basca, l’Athletic Bilbao continua ad essere una delle squadre spagnole più seguite e importanti. Unica squadra mai retrocessa in Segunda División (la nostra Serie B) insieme ai colossi del calcio spagnolo e mondiale, Real Madrid e Barcellona, negli ultimi anni il club ha giocato finali nazionali ed europee, ha vinto una Supercoppa spagnola, raggiungendo una solidità economica invidiabile, ottenuta principalmente grazie al suo settore giovanile, fondamentale per l’esistenza della squadra. Con i soldi guadagnati dalle cessioni dei suoi migliori giocatori la società de “Los Leones” è riuscita a investire e finanziare grandi opere, come nel 2013 con la costruzione del nuovo stadio San Mamés, un autentico gioiello da 60.000 posti in pieno centro città.

Previous post

Il mondo del calcio chiederà al Governo il ritorno alle sponsorizzazioni delle scommesse per 12 mesi

Next post

LA FIR ANNUNCIA LA SOSPENSIONE DEFINITIVA DELLA STAGIONE 19/20

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.