All news

La Laureus F1 Charity Night si svolgerà nel cuore di Milano

Giovedì 9 settembre, nella suggestiva cornice seicentesca di Palazzo Cusani, in zona Brera, nel centro di Milano, torna la Laureus F1 Charity Night, a soli tre giorni dal Gran Premio d’Italia di Formula 1. L’annuale evento di fundraising a sostegno delle attività della Fondazione Laureus Sport for Good Italia si rinnova nella location e nel format. Dopo l’edizione in streaming del 2020, quest’anno si torna alla tradizione con un evento in presenza che permetterà alla Fondazione, grazie alle numerose celebrità presenti, di raccogliere fondi da destinare ai numerosi progetti che Laureus sostiene sul territorio nazionale a favore di bambini e bambine, ragazzi e ragazze che vivono in situazioni di fragilità.

Leitmotiv di questa edizione è “Let’s win together” coerentemente con la nuova campagna Global “Everyone Wins”, già on air da metà luglio.

La campagna internazionale propone il concetto secondo il quale lo sport si pone come paladino contro la violenza, le disuguaglianze e la discriminazione. E ogni volta che lo sport sconfigge una di queste problematiche sociali, vinciamo tutti! Let’s win together è un invito concreto a partecipare a questo movimento attraverso la generosità di una donazione.

A condurre la serata ci sarà Federica Masolin, giornalista e volto di Sky Sport F1, mentre tra le presenze già confermate del mondo dello sport, dello spettacolo e dell’imprenditoria spiccano i nomi di Danilo Gallinari, stella NBA degli Atlanta Hawks, finalista della Eastern Conference e in campo con la maglia della Nazionale italiana alle Olimpiadi di Tokyo, Aldo Montano, che con la medaglia d’argento alle Olimpiadi giapponesi nella sciabola a squadre ha chiuso una carriera olimpica stellare, Irma Testa, che ha conquistato la prima medaglia olimpica azzurra del pugilato femminile. Assieme a loro, Giacomo Agostini, Federico Balzaretti, Fabio Capello, Alessandro Del Piero, Alessandro Fabian, Alex Giorgetti, Davide Oldani, Pierluigi Pardo e Rudy Zerbi.

Inoltre, da remoto, interverrà Lewis Hamilton, il pilota inglese di F1 del team Mercedes, in lotta per il suo ottavo titolo mondiale, un’impresa mai compiuta da nessuno.

Ad animare la Charity Night ci penserà l’agenzia Sun Times, che ha curato la creatività del nuovo format e la strategia di comunicazione digitale affiancando Equipe International, che si occuperà della produzione organizzativa dell’evento, richiamando l’importanza della partecipazione e del ruolo attivo dei presenti per facilitare anche il successo degli altri.

Un ringraziamento speciale a Ferrari Trento e Cenacolo Artom, event partner della serata e a Palazzo Cusani per aver messo a disposizione gli spazi.

Tutta la manifestazione è stata pensata nel rispetto delle normative e delle linee guida per il contenimento del Covid-19.

ASTA BENEFICA E PRE-ASTA ONLINE

Il momento più atteso della serata sarà l’asta benefica per raccogliere fondi a favore della Fondazione e per poter poi sostenere migliaia di bambini in difficoltà. Sul sito Charity Stars http://www.charitystars.com/charitynight, da lunedì 23 agosto, alle ore 12.00, è possibile avanzare la propria offerta per gli oggetti, i memorabilia e le attività esperienziali battuti all’asta. Tra questi, i pass per il GP d’Italia di Formula 1, i corsi in pista con la AMG Driving Academy, la giacca da chef autografata da Davide Oldani, il pantalone della tuta, il cappello, la felpa e il trolley di Ian McKinley. Il valore raggiunto online costituirà la loro base d’asta durante la Laureus F1 Charity Night, quando gli ospiti seduti ai tavoli potranno rilanciare l’offerta tramite il tablet messo loro a disposizione.

L’andamento della raccolta fondi sarà mostrata in tempo reale e i proventi verranno destinati a sostegno dei progetti della Fondazione Laureus Sport for Good Italia, attivi nelle periferie di Milano, Genova, Napoli, Torino, Roma e Catania.

Protagonisti dell’asta pezzi unici ed esclusivi donati da ABTECH Lab, Alfredo Rapetti Mogol, BPrime Bags, Cartier, Castello Monte Vibiano Vecchio, Davide Oldani, Donna Coraly Country Boutique Hotel, Elli&Rini, Enzo Sterpi, Fay, Ferrari F.lli Lunelli, Flaminia Lizzani, Hogan, Ian Mckinley, IWC Schaffhausen, Made For A Woman, Mercedes-Benz Italia, Moncler, Montebianco, Roger Vivier e Tod’s.

FONDAZIONE LAUREUS SPORT FOR GOOD ITALIA

“Lo sport ha il potere di cambiare il mondo” queste le parole pronunciate da Nelson Mandela, in occasione della prima edizione dei Laureus World Sports Awards, che si sono tenuti, a Montecarlo, nel 2000. Queste parole hanno ispirato il movimento Laureus.

Dal 2005, Laureus Sport for Good Italia sviluppa e sostiene numerosi progetti rivolti a minori che vivono in realtà di forte deprivazione socio-economica, aiutandoli a sentirsi parte di una comunità. La Fondazione collabora con più di 70 realtà territoriali e coinvolge oltre 30 Ambassador, campioni dello sport e non solo. Oltre al supporto dei minori in difficoltà, la Fondazione Laureus Sport for Good si rivolge anche ad allenatori, educatori e insegnanti attraverso percorsi formativi.

La Fondazione, infatti, utilizza lo sport come strumento di inclusione e contrasto della povertà educativa per accompagnare i minori nel loro percorso di crescita. Le attività hanno luogo nelle periferie delle città italiane tra cui Milano, Roma, Genova, Napoli, Catania e Torino e coinvolgono e supportano oltre 1900 bambini nella pratica di 20 diverse attività sportive, tra le quali calcio, basket, surf, judo e molte altre.

Previous post

Il Tottenham Hotspur estende la sponsorizzazione con Kumho Tyre

Next post

Presentato l’FC Südtirol 2021-2022 alla presenza dei vertici Lega Pro

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.