All newsAltri eventiAziendeEcologia e AmbienteEconomia E PoliticaEventiFormula Ehome pageIstituzione e AttualitàSponsorshipSport BusinessTecnologia

LA “FORMULA E” ALLA CONQUISTA DELL’ASIA: IN PROGRAMMA E-PRIX IN CINA, GIAPPONE E INDIA

(di Marco Casalone) – La Formula E, la competizione della FIA riservata esclusivamente a monoposto spinte da motori elettrici, sta progettando la sua espansione in Asia Orientale, con l’organizzazione di gare nei principali paesi del territorio: Giappone, Cina e India.
La serie full electric potrebbe dunque fare ritorno su una pista cinese dopo gli E-Prix di Pechino (2014-2015) e Sanya (2019) e debuttare anche nella nazione del Sol Levante, che può però avere l’occasione di esordire già nella stagione 2021: il circuito di Okayama, già sede del Gran Premio del Pacifico di Formula 1 nel biennio 1994-95, è stato infatti indicato dalla FIA come tracciato di riserva qualora, a causa della pandemia da Covid-19, non fosse possibile correre in una delle sedi previste nel calendario.
Entrambe le opportunità sono state confermate dal CEO di Formula E Jamie Reigle (ex Senior Executive di importanti società sportive come Manchester United e Los Angeles Rams) nel corso di un’intervista rilasciata al portale britannico Autosport.com: “Pur senza seguire un rigoroso ordine, quando penso ai mercati in cui dovremmo entrare nel prossimo futuro non posso non considerare il Giappone, e lo stesso dicasi per la Cina continentale, magari con un evento in una grande città come Pechino, Shanghai, Guangzhou o Shenzhen”.
Reigle si è poi lungamente soffermato sulla possibilità di disputare un E-Prix in India, utilizzandolo come strumento di sensibilizzazione per la popolazione nei confronti dei rischi provocati dall’eccessivo inquinamento: “Non è certo una novità che nelle aree più densamente abitate dell’India la situazione ambientale sia molto complicata ed un maggior utilizzo di veicoli elettrici potrebbe veramente aiutare a migliorare la qualità della vita; avremmo inoltre la possibilità di mostrare la nostra visione di futuro ad un mercato dal pubblico giovane e con una visione aperta ed internazionale, sarebbe una sfida eccitante ed insieme a Dilbagh Gill (amministratore delegato della scuderia indiana Mahindra Racing) stiamo studiando il modo migliore per affrontarla”.
Il dirigente canadese ha inoltre rivelato di essere al lavoro per raddoppiare gli appuntamenti negli Stati Uniti, aggiungendo alla gara di New York un evento sulla costa occidentale del paese, in California; infine, Reigle ha ribadito la volontà della Formula E di privilegiare i circuiti cittadini come quello di Roma, sede della prossima gara in programma sabato 10 aprile: “Credo che uno dei nostri segni distintivi sia quello di correre all’interno delle città e vogliamo rimanere fedeli a questa nostra tradizione: siamo attualmente in trattativa con nuove metropoli per la stagione 2022-23 e spero di poter annunciare ufficialmente gli accordi già nelle prossime settimane”.
Previous post

LA MOTOGP PUNTA SU 888SPORT COME TITLE SPONSOR DEL GP DEL PORTOGALLO

Next post

NFL E AMAZON IN ACCORDI PER UNA NUOVA PARTNERSHIP

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.