All newsAltri eventiAziendeBrandBundesligaCalcio.Internazionalehome pageIstituzione e Attualità

Ghizzoni (Unicredit): Bayern modello da seguire nel calcio italiano

In occasione della conferenza stampa organizzata da Unicredit (sponsor Uefa Champions league) al Pavillion di Unicredit Tower a Milano, l’AD del gruppo bancario paneuropeo, Federico Ghizzoni, si è soffermato sul presente/futuro del calcio italiano.

Un momento della conferenza stampa sui dati della sponsorship Unicredit-Uefa Champions League (2009-2018)

Un momento della conferenza stampa sui dati della sponsorship Unicredit-Uefa Champions League (2009-2018)

“Nel calcio bisogna avere forti capitali da investire. Molto bene le società che hanno separato la parte amministrativa e il business da quella in ambito sportivo. Anche nel calcio, come nel mondo delle aziende di largo consumo, se non si investe i ritorni non si vedono. E’ necessario stare sempre in alto. Quando si guardano i fatturati di Real Madrid sono anni luce da quelli delle società italiane. Per arrivare lì è anche grazie al fatto che ti giochi 14 Champions league, e non una/due, nell’arco di 50 anni.                         Prendiamo il  caso del Bayern Monaco (eliminato in quest’ultima Champions in una delle due semifinali): il 30 per cento è in mano a 3-4 aziende basate su Monaco (per esempio Audi e Adidas, ecc.), il resto è azionariato popolare. Tutri i tifosi-soci pagano 100-150 all’anno e non mi pare che sia un impegno pesante. Il mercato italiano va innovato parecchio, ma anche qualche esperienza da fuori potrebbe essere importante per cambiare lo status quo” – lo ha dichiarato Ghizzoni ai media presenti nel pre-gara di Real Madrid-Atletico Madrid (svoltasi sabato scorso a San Siro).

audi_bayernmonaco

 

Previous post

Il progetto dello Stadio della AS Roma entra nella fase di delibera

Next post

Barça-Nike tornano all'antico con la prima Coppa Campioni

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.