All newsAltri eventiDiritti di immagineDiritti TelevisiviEconomia E Politicahome pageIstituzione e Attualità

Gara diritti tv del calcio: tutto da rifare, partendo nuovamente dalla base di 1 mld di euro

Tutto azzerato, sapendo di poter avere ancora una finestra temporale di sei mesi per trovare un accordo con i più importanti operatori media interessati al prodotto-calcio italiano. Verrà lanciato un nuovo bando, ma sempre con una base d’asta di 1 miliardo di euro (sotto questa soglia economia non si vuole scendere). La decisione arriva subito dopo il diniego di Mediaset di partecipare alla gara attuale e dopo l’esame delle offerte di Sky non in linea con la base d’asta minima (almeno sul pacchetto “D” sotto come valore di 200 milioni di euro). 

“Ritenendo che le offerte non rappresentino il valore reale del calcio italiano, con voto unanime l’assemblea della Lega Serie A ha deciso di non assegnare i diritti tv a nessuno dei concorrenti”. Lo ha annunciato il commissario di Lega, Carlo Tavecchio, spiegando che si procederà con un nuovo bando in cui “il valore di partenza sarà quello indicato in questo bando”, ossia un miliardo di euro, e c’è tempo “fino a novembre, dicembre, ovvero sei mesi prima dell’inizio della prossima stagione”.

Previous post

I pacchetti della Lega calcio Serie A. Dove sono state presentate le principali offerte e da chi

Next post

Ferrero (Samp) urla a Sky: Chi troppo vuole nulla stringe. Non dimentichino che con il calcio guadagnano 3 mld di euro

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.