All newsAltri eventiAltro MotoriFederazioni ItalianeIstituzione e AttualitàMoto GPMotori

Gara difficile per il 3570 Team Italia in Argentina

Una corsa surreale vissuta dal Mondiale Moto3 a Termas de Rio Hondo (Argentina) non ha riservato soddisfazioni al 3570 Team Italia. Nel gran giorno di Khairul Idham Pawi (Honda), vincitore a sorpresa con gran vantaggio sui suoi più diretti inseguitori, Stefano Valtulini (28°) e Lorenzo Petrarca (31°) hanno incontrato più problematiche del previsto nel processo di adattamento alle condizioni miste asciutto-bagnato dell’asfalto.

Schieratisi in griglia con gomme slick (da asciutto), i due portacolori del 3570 Team Italia hanno vissuto una corsa avara di emozioni con il risultato finale non in linea con le loro aspettative e di tutta la squadra. Archiviato il weekend in Argentina, il pensiero è già al prossimo round del Motomondiale in programma, tra pochi giorni, al Circuit of the Americas di Austin (USA).

Stefano Valtulini (3570 Team Italia – Mahindra MGP3O #43) 28°

“Una gara da dimenticare. In queste condizioni ero fiducioso di potermi esprimere al meglio, ma in realtà ho faticato più del previsto ad interpretare le insidie dell’asfalto umido. Sono rammaricato per questa prestazione, mi servirà come esperienza per crescere da qui in avanti“.

Lorenzo Petrarca (3570 Team Italia – Mahindra MGP3O #77) 31°

“Ho incontrato delle difficoltà ad adattarmi a queste condizioni miste dell’asfalto e questo è il risultato. Sono deluso e dispiaciuto nei confronti di tutta la squadra per questa prestazione: dopo le prove ed il feeling instaurato con la moto mi aspettavo di poter fare meglio. Da questa giornata difficile riparto per potermi migliorare nelle prossime gare“.

Emanuele Ventura (3570 Team Italia – Team Manager)

“Ci aspettavamo certamente di più da entrambi i nostri piloti. In queste particolari condizioni climatiche eravamo convinti di poterci giocare le nostre carte, in realtà oggi Stefano e Lorenzo hanno vissuto una gara difficile. Il risultato finale è la conseguenza di qualche difficoltà incontrata nel trovare il giusto ritmo ed interpretare al meglio le condizioni del tracciato. Ci lasciamo alle spalle questa gara e continueremo a lavorare per il prossimo Gran Premio in programma tra pochi giorni in Texas“.

fonte: www.teamitaliafmi.com

Previous post

Megafon si lega alla RFU fino al 2018 e lancia iniziative di social responsability

Next post

Il Prof. Sergio Tosi, Presidente di Sport Management, nuovo Presidente SIMIS

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.