All newsAltri eventiAziendeEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàOsservatorio PoliticoParlamento e Governo

ESCLUSIVA – Vallascas (M5S) accende i riflettori sul toto-nomine del GME

Gli editoriali dell’agenzia Sporteconomy, sul tema del toto-nomine del GME (Gestore dei Mercati Energetici), hanno acceso i riflettori del Movimento 5 Stelle (nello specifico l’on. Andrea Vallascas, X Commissione Camera Deputati), come anticipato in questo articolo. Sporteconomy presenta, in esclusiva, l’interrogazione parlamentare a firma di Vallascas, che apparirà, domani mattina, sul sito della Camera.it

Un intervento tecnico molto duro su come il GSE stia gestendo il toto-nomine del GME, non aprendosi di fatto al libero mercato, e scegliendo (senza alcun risultato positivo) un’inutile soluzione interna.

Un’interrogazione di cui si parlerà domani sulle principali agenzie stampa (generaliste e non), aprendo di fatto un “braccio di ferro” tra De Vincenti-Lotti a Palazzo Chigi. Più in generale, leggendo il contenuto dell’intervento di Vallascas, il punto debole appare proprio la strategia di soluzione (mai raggiunta a distanza di tre settimane) da parte dei vertici del GSE.

Messo sotto pressione (politica) da parte delle opposizioni, Palazzo Chigi potrebbe decidere di prendere finalmente in mano la situazione, bypassando qualsiasi nuova proposta “interna”, che ha generato più fumo (nero) che vero arrosto.

Già ad ottobre tra l’altro Sporteconomy aveva trattato della dinamica di questa partita. 

Di seguito il testo integrale dell’interrogazione a firma Vallascas (M5S).

INTERROGAZIONE

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Al Ministro dell’Economia e delle Finanze
Al Ministro dello Sviluppo Economico

Per sapere – premesso che:

– Nelle ultime settimane, in più occasioni, sarebbe slittata la nomina dell’amministratore delegato del Gestore dei Mercati Energetici Spa (GME) da parte del consiglio di amministrazione del Gestore dei Servizi Energetici Spa (GSE), nomina ulteriormente aggiornata a lunedì 7 marzo;
– Da quanto riportato da organi di stampa, i continui rinvii sarebbero stati causati dall’apparente mancanza di un orientamento chiaro e univoco, da parte del Governo, sul profilo del futuro manager;
– In particolare, sarebbe emerso che i sottosegretari alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Claudio De Vincenti e Luca Lotti, sarebbero sostenitori di due percorsi diversi e incompatibili tra loro: il primo sarebbe favorevole alla designazione di una figura interna al GSE, il secondo, a una esterna;
– In questi giorni, sarebbero stati pubblicati anche i nominativi dei manager individuati che, per la “soluzione interna” sarebbero i dirigenti del GME, Alessandro Talarico e Stefano Alaimo, che avrebbero però rinunciato, e l’attuale amministratore delegato di RSE Spa (Ricerca sul Sistema Energetico) Stefano Bessegnini. Mentre per un’eventuale “soluzione esterna”, sarebbe stato individuato Maurizio Di Marcotullio, commercialista esperto in fiscalità delle energie rinnovabili;
– E’ il caso di rilevare che, sempre secondo quanto riportato da organi di stampa, i due differenti percorsi avrebbe ulteriori sostenitori che accentuerebbero il divario di vedute all’interno del Governo: da una parte, per un manager del GSE Spa, potrebbe essere favorevole l’attuale amministratore delegato del gruppo, Francesco Sperandini, viceversa, il nome di Maurizio Di Marcotullio sarebbe gradito al vice-ministro dell’Economia e delle Finanze, Enrico Zanetti, di Scelta Civica, che avrebbe il sostegno del partito di appartenenza;
– Questo stato di cose farebbe emergere una profonda e pericolosa spaccatura nell’Esecutivo su un aspetto di primaria importanza perché attinente alla preliminare definizione delle caratteristiche alla successiva nomina della figura apicale del GME Spa;
– In particolare, emergerebbe con forza l’ipotesi che il Governo, dimostrando di non avere le idee chiare sul profilo e le caratteristiche che dovrebbe avere l’amministratore delegato del GME Spa, conseguentemente non avrebbe le idee chiare neanche per quanto attiene le strategie future di un’azienda che – è il caso di rilevarlo – opera in un settore strategico per il paese.

Se quanto esposto in premessa corrisponda al vero.

Quali siano le strategie del Governo in merito allo sviluppo futuro del Gestore dei Mercati Energetici Spa (GME) e, nel complesso, del gruppo Gestore dei Servizi Energetici Spa (GSE).
Quali siano le caratteristiche, il profilo e le competenze che, secondo il Governo, dovrebbero avere le figure apicali del Gestore dei Mercati Energetici Spa (GME) e delle aziende del gruppo Gestore dei Servizi Energetici Spa (GSE), coerentemente con le strategie di sviluppo delle stesse.

RISPOSTA IN COMMISSIONE
Andrea Vallascas (deputato M5S – X Commissione Camera Deputati – Attività produttive, Commercio e Turismo)

Previous post

Tutti i nomi dei candidati ai Laureus World Sports Awards 2016

Next post

APT Livigno on air su Eurosport per l'unveiling della stagione

Massimo Lucchese

Massimo Lucchese

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.