All newsAltri eventi

Calcio: il bilancio in rosso per la Juventus di Andrea Agnelli

Per quanto riguarda la correlazione tra sport ed economia e in special modo il legame tra calcio e finanza, una delle notizie di maggiore impatto riguarda il bilancio della Juventus di Andrea Agnelli. Ed è del mese scorso la notizia ora confermata che riguarda i conti in rosso da record per il club bianconero. Così attraverso la pubblicazione dei dati ufficiali di bilancio 2020-2021 sappiamo che il bilancio conta un rosso di circa 209 milioni di euro, con ricavi in netto calo, rispetto alla precedente stagione. Anche i costi sono in crescita, passando dai 414 milioni di euro ai 449 attuali. Del resto questo andazzo sta caratterizzando buona parte dei top club, in Italia come nel resto d’Europa.

Bilancio in perdita e bilancio in attivo: il calcio odierno in Italia

Tra le squadre con un bilancio in rosso attualmente si segnala il Napoli di De Laurentiis, mentre tutti conoscono i conti di Inter, Milan e Roma. Tra questi, Juventus a parte, proprio l’Inter è stato il club più condizionato dopo la stagione passata, quando alla guida della squadra nerazzurra sedeva Antonio Conte e la società aveva investito su campioni del calibro internazionale come Hakimi e soprattutto quel Romelo Lukaku protagonista di due stagioni molto proficue. Il bilancio in rosso di 245 milioni di euro ha condizionato in parte la campagna acquisti del club interista, anche se il monte ingaggi resta piuttosto elevato, rispetto alla media nazionale. Sicuramente condizionati i dati legati all’azzeramento degli introiti da gara derivanti dalla chiusura degli stadi, per le ultime due stagioni. Un dato che naturalmente riguarda tutti i club italiani ed europei, ma che ha avuto effetti più evidenti sulle squadre che avevano investito sensibilmente prima dello scoppio dell’emergenza sanitaria. Adesso si sta tornando alla normalità ed è confortante vedere nuovamente il pubblico sugli spalti, ma per le società uscire da questa crisi economica e finanziaria non sarà certo semplice. Se infatti è vero da una parte che il movimento calcistico non si è fermato durante la scorsa stagione, bisogna anche sottolineare come lo sforzo economico e produttivo abbia avuto effetti, incidendo in qualche misura anche sui risultati visti in campo. Non è insolito affermare che questa dovrebbe essere, almeno sulla carta, il ritorno della prima vera stagione calcistica post pandemia.

Dal bilancio finanziario a quello sportivo: le attuali gerarchie per la serie A

I risultati in campo per la serie A dicono che le squadre che hanno risentito meno di questi effetti, sono le milanesi. Per quanto riguarda il calcio giocato questo campionato, seppur appena iniziato, mostra un passo in avanti e un livellamento verso l’alto per tutte le squadre che compongono il campionato di massima divisione. In particolare si sottolinea il cosiddetto ritorno delle sette sorelle, con Atalanta e Fiorentina a contendersi un posto, rispetto alle solite Juventus, Milan, Inter, Roma, Napoli e Lazio. Con un innalzamento del campionato anche il settore delle scommesse calcio cambia e si adegua a questo nuovo trend, sotto il punto di vista delle quote, dei pronostici e dei risultati sportivi per la stagione in corso d’opera. Adesso però i risultati sul campo ci diranno di più e stabiliranno le nuove gerarchie per il campionato 2021-2022. L’Inter di Inzaghi dovrebbe confermarsi, da campione d’Italia in carica, mentre il Milan di Pioli per la terza stagione consecutiva si vede protagonista di un ottimo avvio di campionato. Stupisce relativamente il Napoli di Luciano Spalletti, mentre Atalanta, Lazio e Juventus sembrano essere pronte a tornare a dare filo da torcere alla capolista del momento.

 

Previous post

4+ Nutrition cresce nel mondo del calcio. E' partner di diversi club di Serie A e B (oltre al legame storico con il Padova Calcio)

Next post

Per Forbes la stella LeBron James è l'MVP dei ricavi

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.