All newsAltri eventiAltri SportAziendeCalcioCalcioEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàLega PROMarketingSerie A - Serie BSerie BSponsorshipSport Business

4+ Nutrition cresce nel mondo del calcio. E’ partner di diversi club di Serie A e B (oltre al legame storico con il Padova Calcio)

(di Lorenzo Vulpis) – 4+ Nutrition è un brand in forte crescita sul mercato del calcio italiano e le sponsorizzazioni/partnership sono una diretta conseguenza di questa strategia di sviluppo nel comparto dei “prodotti per sportivi”. Ne abbiamo parlato con Diego Rossetto (nella foto in primo piano), fondatore e presidente di International Sport Nutrition s.r.l. (la società che produce e vende i prodotti a marchio “4+ Nutrition”). 

D: Come nasce e come si sta sviluppando la presenza del brand “4+ Nutrition” nel mondo dello sport?

R: Tutto nasce dalla mia precedente e fruttuosa esperienza di studio/lavoro negli Stati Uniti. Più di 20 anni fa sono venuto a contatto con questa forma di nutrizione (conosciuta come “integrazione sportiva“) legata allo sport (già ben sviluppata nel mondo dei college americani). Chi fa attività professionistica accede abitualmente a questa tipologia di integrazione alimentare (preventiva, post allenamento, e/o alla propria dieta). Ho lavorato, inizialmente, per alcune aziende americane importando i loro prodotti. Dopo 3-4 anni mi sono appassionato all’aspetto formativo piuttosto che a quello commerciale. Il mio gol era lavorare con gli atleti professionisti, le squadre, ecc.. Sentivo però la necessità di controllare l’intera filiera della produzione (partendo dalla ricerca sulle materie prime)  Più che fornire prodotti preconfezionati esteri ho avuto subito l’idea di creare qualcosa di autonomo (4+ Nutrition nasce nel 2011; il quartier generale è a Padova). 

Un gonfiabile di 4+Nutrition a Padova, all’interno dell’impianto di gioco.

D: Qual è il rapporto con il mondo del calcio?

R. Ci siamo focalizzati sul mondo del calcio partendo (7 anni fa) dalla squadra della mia città (il Calcio Padova, nda) anche perchè conosco molto bene l’ambiente di questa squadra. Da qui le richieste di partnership di diverse squadre di Serie A e B (nello specifico Genoa CFC, Torino calcio, ACF Fiorentina, Hellas Verona, Venezia FC, Spezia in “Serie A”; Parma, Cremonese, Spal, Cittadella, Frosinone e Pordenone nella “cadetteria“). In Serie C (Lega Pro) abbiamo ricevuto parecchie richieste, ma attualmente la partnership per eccellenza è solo quella del Calcio Padova. 4+ Nutrition è official nutrition partner dei biancoscudati in questa stagione. A Padova (ma anche con lo Spezia e il Cittadella), nel campionato 2021/22, inseriremo all’interno dell’impianto, un gonfiabile che rappresenta uno dei nostri prodotti di punta (sotto il profilo della visibilità). A Padova, ma prima ancora in occasione dei match Verona vs. Lazio e Verona vs.Juventus, faremo operazioni di sampling all’interno delle tribune.

D: Come gestite i rapporti con i club?

R: Noi creiamo delle partnership solo con le squadre che dispongono di un’area “performance”, perchè altrimenti non riusciremmo ad essere, come realtà partner, un vero e proprio valore aggiunto. Lavoriamo da sempre a stretto contatto con gli staff medico e i nutrizionisti che seguono la prima squadra. Oltre a ciò siamo sempre a supporto della “Primavera” e della squadra femminile. Siamo stati anche i primi ad entrare nel mondo del calcio con nostri ambassador. Da cinque anni abbiamo Laura Giuliani (portiere Milan e nazionale), Barbara Bonansea (attaccante Juve e nazionale) Valentina Giacinti (attaccante Milan e Nazionale) Manuela Giuliano e Annamaria Serturini (AS Roma). Oltre alle squadre puntiamo su “giovani promesse” come Tommaso Pobega (Torino), Gleison Bremer (Torino) e tanti altri under21. Negli ultimi tre anni ci siamo verticalizzati sul calcio, ma negli altri sport puntiamo solo sulle eccellenze. Ad esempio, nel rugby, siamo partner della franchigia federale Zebre Rugby Club. Il nostro prossimo obiettivo è soddisfare club esteri di calcio interessati a collaborare con noi. 

D: Ci illustra i dati di 4+ Nutrition insieme alla strategia dei prossimi anni?

R: Il fatturato di 4+ Nutrition (2020) è stato di 3,6 milioni di euro: 70% in Italia e 30% all’estero (con prevalenza nei paesi europei). Ci auguriamo che ci possa essere una forbice di crescita compresa tra il 10% e il 25% (nei prossimi anni) per la nostra società. Siamo tra i leader del mercato dei prodotti sportivi e, nel target calcio, ci presentiamo come il brand più riconosciuto dall’utente finale. Siamo anche l’unica azienda italiana che, in Russia, presenta rapporti consolidati con il Comitato olimpico russo. Abbiamo 5 prodotti già testati e siamo stati ammessi in una lista a cui possono attingere gli stessi atleti olimpici russi. Oltre a ciò puntiamo, nel futuro, ai mercati esteri, sempre partendo dal calcio.

D. Qual è il football club italiano che avete aiutato maggiormente a vincere?

R: La favola più bella è stata sicuramente la “storica” promozione in “A” dello Spezia calcio. Nella prima estate, post lockdown, gli atleti sono rimasti fermi per diversi mesi. Successivamente c’è stata una concentrazione unica di partite (con anche 3 match nel corso di una settimana). Lo staff medico dello Spezia, in sinergia con il coordinatore scientifico di 4+ Nutrition (Matteo Pincella –  collabora già da anni con FC Inter e la Nazionale italiana fresca vincitrice dell’Europeo), si è confrontato su cosa dare agli atleti nel pre match, nel match day e nelle giornate di recupero (visto che si giocava ogni 3 giorni, nda). Un risultato molto positivo raggiunto soprattutto alla fattiva collaborazione dello staff medico del club e della loro nutrizionista (Giulia Martera).

 

 

 

 

 

Previous post

CODERE SARA’ PARTNER DEL REAL MADRID IN AMERICA LATINA PER ALTRE 5 STAGIONI 

Next post

Calcio: il bilancio in rosso per la Juventus di Andrea Agnelli

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.