All newsDiritti di immagineEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàOsservatorio PoliticoSerie A - Serie BSerie BSport Business

Calcio al top nel mercato italiano dell’intrattenimento

Se il calcio genera spettacolo traina inevitabilmente ricavi. E’ questa la legge di mercato che emerge da un recente report della SIAE (l’ente che tutela il diritto d’autore in Italia) sul mondo dello spettacolo in Italia (dati riferiti all’anno 2015), dove è molto forte il peso del business del pallone, inteso come entertainment sportivo.

Un volano inesauribile con i suoi 1,9 miliardi di euro di volume d’affari su un totale complessivo di 6,3 miliardi. Il calcio, nel suo complesso, ha registrato una crescita del volume d’affari del 16,66% rispetto all’anno precedente, un aumento superiore a quello complessivo dello sport che si ferma a +14,16%. E’ anche il settore economico che genera più valore in tutto il variegato universo dello “spettacolo” italiano, e con ricavi superiori a cinema, teatro, musica e concertistica.

Lo sport (quindi non solo calcio, ma tutte le discipline) è al top tra i macro-settori, grazie ad affari per 2,5 miliardi di euro, con il calcio che incide per il 79,15%. Secondo la SIAE i numeri attuali fotografano una “attività sportiva che registra il 39,50% dell’intero volume d’affari del settore economico dello spettacolo”. Per lo sport sono in aumento cinque indicatori su sei: l’offerta di spettacoli (+1,21%), il numero degli ingressi (+0,38%), la spesa al botteghino (+6,36%), la spesa del pubblico (+23,93%) e il volume d’affari (+14,16%). In diminuzione rispetto al precedente report il solo indicatore delle presenze (–33,79%).

Il totale della spesa del pubblico per le attività sportive (+23%) registra una crescita più che doppia rispetto al 10,80% di tutto il mondo dello spettacolo. A sostenere questo boom è proprio il pallone, che segna un aumento record del 33,33%. Se la spesa del pubblico, per tutta l’attività sportiva, si attesta a 912 milioni di euro, ben 703,9 milioni sono investiti dagli italiani per il calcio. Le regioni ai vertici per spesa sono tre delle quattro (rimane fuori la Liguria), che possono contare su due squadre in Serie A, ovvero Piemonte (222 milioni di euro), Lazio (112) e Lombardia (87,9).

Previous post

Con Amazon Prime Video debutta il calcio in streaming

Next post

L'Oktoberfest si trasforma in business per il Monaco1860

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.