All newsAltri eventiAltri SportAziendeBrandCalcioCalcioCalcio.InternazionaleDigital Media SportDiritti di immaginePubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport BusinessTecnologia

Blaise Matuidi investe sulle start-up tecnologiche con il suo fondo Origins

(di Marco Casalone) – Il calciatore francese Blaise Matuidi, attualmente senza contratto dopo la fine dell’esperienza con il club della MLS Inter Miami, ha annunciato il lancio di un suo fondo di investimento che supporterà le più interessanti start-up tecnologiche di Europa e Stati Uniti.

Il fondo, denominato Origins, è stato inizialmente ideato dall’ex giocatore della Juventus F.C. con la collaborazione di due venture capitalist francesi, Salomon Aiach e Ilan Abehassera; la validità dell’iniziativa ha però attirato l’attenzione di molti campioni dello sport francese ed internazionale: i calciatori N’Golo Kanté, Olivier Giroud, Kingsley Coman, Miralem Pjanic, Presnel Kimpembe, Paulo Dybala e l’icona del rugby francese Antoine Dupont hanno deciso di unirsi al progetto, unitamente ad importanti imprenditori transalpini come Sophie Mechaly (fondatrice del marchio di abbigliamento Paul&Joe), Maurice Levy (ex CEO dell’agenzia di marketing Publicis) e la Française des Jeux (società che detiene il monopolio delle lotterie e delle scommesse sul territorio transalpino).

Grazie alla presenza di investitori tanto famosi, Origins avrà la possibilità di raggiungere, sui vari social network, un pubblico formato da oltre 160 milioni di followers, un numero di assoluta rilevanza che aiuterà il fondo nella promozione delle aziende da supportare.

“Da diversi anni mi sono appassionato al mondo delle nuove tecnologie e, dopo aver visto il modo in cui gli atleti americani vanno alla ricerca di nuove opportunità di business durante la loro carriera, ho deciso di aprirmi ad un qualcosa di completamente diverso dal calcio” ha spiegato lo stesso Matuidi, “Sono orgoglioso di essere riuscito a riunire tanti amici del mondo dello sport ed imprenditori di successo attorno ad un progetto così importante come quello di finanziare i leader tecnologici del futuro, dando loro la visibilità di cui hanno bisogno in questo momento”.

L’obiettivo di Origins è quello di investire, nel giro di pochi anni, nelle venti start-up tecnologiche ritenute più promettenti e, ad oggi, due di queste sono già state individuate: si tratta della piattaforma NFT Yumon e del servizio bancario dedicato ai gamers Ugami.

Previous post

Manchester United-Liverpool sarà il match clou della Bangkok Century Cup

Next post

L'US Catanzaro sale in cattedra a Tor Vergata sul terreno del marketing

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.